Coin News

USA: regolamentazione crypto rimandata al prossimo anno

21 Jul, 20223 min readRegulation
USA: regolamentazione crypto rimandata al prossimo anno

La proposta di legge Lummis-Gillibrand per la regolamentazione delle crypto in USA sarà probabilmente rinviata al prossimo anno.

Senatrice Lummis: la regolamentazione crypto in USA dovrà aspettare ancora un po’

Lo ha rivelato la stessa senatrice Cynthia Lummis durante il suo intervento al Bloomberg Crypto Summit, spiegando che i senatori poco esperti di criptovalute hanno bisogno di tempo per comprendere ed assimilare la proposta.

Per questo motivo occorrerà rinviare la data del voto bipartisan in parlamento per l’approvazione di questo disegno di legge, elaborato proprio dalla senatrice repubblicana Cynthia Lummis insieme alla senatrice democratica Kirsten Gillibrand.

Lummis ha dichiarato che si tratta di un argomento importante, e che la loro proposta di legge è completa. Visto che si tratta di un argomento ancora nuovo per molti senatori ci sono molte informazioni che devono assimilare, ed il tempo a disposizione entro fine anno è poco.

La proposta di legge, chiamata “Responsible Financial Innovation Act”, è stata rivelata ai primi di giugno, ed in particolare assegna ruoli precisi alle agenzie governative CFTC (Commodity Futures Trading Commission) e SEC (Securities and Exchange Commission) in merito alla regolamentazione delle criptovalute, delle stablecoin, del trattamento fiscale degli asset digitali e del coordinamento tra le agenzie stesse.

A questo punto è immaginabile che l’approvazione definitiva arrivi solo nel corso del 2023. Tuttavia singole porzioni della stessa proposta che affrontano argomenti molto specifici, come, ad esempio, il ruolo della CFTC come regolatore chiave per le criptovalute, potrebbero essere approvate già quest’anno inserendole all’interno di altre leggi. Ci starebbero già lavorando la senatrice democratica Debbie Stabenow ed il senatore repubblicano John Boozman.

Infatti, il disegno di legge Stabenow-Boozman si basa sul presupposto che la maggior parte degli asset digitali verranno considerati commodity, ovvero asset che rientrano proprio nella giurisdizione della Commodity Futures Trading Commission (CFTC).

Il settore delle criptovalute ha un urgente bisogno di una chiara regolamentazionee

Anche la porzione del Responsible Financial Innovation Act di Lummis-Gillibrand dedicata alle stablecoin potrebbe essere inserita all’interno di un altro disegno di legge avanzato dalla commissione bancaria. Anche questa proposta dovrebbe essere votata già quest’anno.

Durante l’intervento al Bloomberg Crypto Summit la senatrice Gillibrand, però, ha rivelato che senatori, regolatori e legislatori stanno iniziando a rendersi conto dell’urgenza di mettere in atto tutele per i consumatori in ambito crypto. Ha aggiunto che c’è anche una maggiore consapevolezza, ed un maggior interesse.

D’altronde con ciò che è successo negli ultimi mesi sui mercati crypto è più che ovvio che l’interesse sia aumentato. A questo punto è davvero molto difficile immaginare che i regolatori USA possano disinteressarsi di questo settore, lasciandolo di fatto non regolamentato com’è ora.

Non bisogna comunque dimenticare che da qui fino alla possibile approvazione questi disegni di leggi potrebbero ancora subire delle modifiche, quindi è necessario tenere d’occhio l’evolversi della situazione per comprendere a fondo come alla fine verranno realmente regolamentate le criptovalute negli Stati Uniti d’America.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store