Coin News

Tre cripto-fondi australiani sono stati bloccati dalle autorità di regolamentazione a causa della mancata conformità

17 Oct, 20223 min readRegulation
Tre cripto-fondi australiani sono stati bloccati dalle autorità di regolamentazione a causa della mancata conformità

Il principale regolatore dei mercati finanziari australiani ha disposto lo stop provvisorio per tre fondi legati alle criptovalute destinati agli investitori retail, a causa di un target market determination (TMD) non conforme.

In un comunicato stampa pubblicato il 17 ottobre (ora locale), l'Australian Securities and Investments Commission (ASIC) ha dichiarato di aver disposto lo stop provvisorio per tre fondi di criptovalute del gestore australiano Holon — che investono separatamente in Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e FileCoin (FIL).

Secondo Invest Smart, il target market determination è un documento che descrive i destinatari di un prodotto, in base alle necessità, agli obiettivi e alla situazione finanziaria, nonché al modo in cui il prodotto può essere distribuito.

In una dichiarazione rilasciata a Cointelegraph, un portavoce dell'ASIC ha affermato che le TMD sono "troppo generiche [...] data la volatilità e la natura speculativa dei mercati delle criptovalute".

Inoltre, ha sottolineato la preoccupazione dell'autorità di regolamentazione che Holon "non abbia considerato in modo appropriato le caratteristiche e i rischi dei fondi nel determinare i loro mercati di riferimento".

Nella sua dichiarazione, l'ASIC ha detto di ritenere i fondi non adatti all'ampio mercato di riferimento definito nelle TMD, compresi quelli con un "profilo di rischio e rendimento medio, alto o molto alto", quelli che intendono utilizzare il fondo come "componente satellite" — fino al 25% del loro portafoglio, e quelli che intendono utilizzare il fondo dal 75% al 100% del loro portafoglio di investimento.

L'ASIC ha aggiunto che i fondi cripto potrebbero esporre gli investitori a rendimenti negativi significativi, dichiarando che i product disclosure statements (PDS) forniti da Holon indicano che potrebbero andare incontro a una "perdita totale di valore".

"L'ASIC ha emesso gli ordini provvisori per proteggere gli investitori retail dal rischio di investire in fondi che potrebbero non essere adatti ai loro obiettivi finanziari, alla loro situazione o necessità", ha dichiarato, aggiungendo che l'ordine sarà valido per 21 giorni, a meno che non venga revocato prima.

Non sono chiari i dettagli di ciò che l'ASIC ha chiesto a Holon di modificare e il portavoce dell'ASIC non ha fornito ulteriori dettagli; tuttavia, l'autorità di regolamentazione ha dichiarato di aspettarsi che Holon prenda in considerazione le preoccupazioni e adotti misure immediate per garantire la conformità.

Lo stop provvisorio impedirà a Holon di condividere un PDS, di fornire consulenza generale sui fondi o di emettere quote dei fondi agli investitori retail.

L'autorità di regolamentazione si aspetta inoltre che Holon affronti i problemi "in modo tempestivo", altrimenti verrà emesso un ordine di stop definitivo, sebbene Holon avrà l'opportunità di presentare le proprie argomentazioni prima che venga emesso un ordine del genere.

Un portavoce di Holon ha dichiarato a Cointelegraph che la società non ha intenzione di fare commenti sulla questione "in questa fase".

I fondi, denominati Holon Bitcoin Fund, Holon Ethereum Fund e Holon FileCoin Fund, sono tutti piani di investimento gestiti che mirano a dare un'esposizione al prezzo della criptovaluta corrispondente e funzionano mettendo in comune il denaro degli investitori, che in cambio ricevono una partecipazione relativa nel fondo.

In questo caso, il denaro messo in comune viene utilizzato per acquistare l'asset digitale indicato nel fondo, con la custodia gestita dal crypto exchange Gemini, come si legge in un comunicato pubblicato a luglio dalla società.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store