Coin News

Il settore delle cripto assicurazioni è un "gigante addormentato" che copre solo l'1% degli investimenti

12 Sep, 20223 min readRegulation
Il settore delle cripto assicurazioni è un "gigante addormentato" che copre solo l'1% degli investimenti

Mentre l'assicurazione on-chain esiste dal 2017, solo un misero 1% di tutti gli investimenti in cripto è effettivamente coperto da assicurazione, il che significa che il settore rimane un "gigante addormentato", secondo un dirigente del settore assicurativo cripto.

Parlando con Cointelegraph, Dan Thomson, CMO di InsurAce, protocollo di copertura decentralizzato, ha dichiarato che esiste un'enorme disparità tra il valore totale bloccato (TVL) nei protocolli cripto e di finanza decentralizzata (DeFi) e la percentuale di questo TVL con copertura assicurativa:

"L'assicurazione DeFi è un gigante addormentato. Con meno dell'1% di tutte le criptovalute assicurate e meno del 3% della DeFi, c'è un'enorme opportunità di mercato ancora da cogliere".

Sebbene si sia investito molto nelle verifiche di sicurezza degli smart contract, l'assicurazione on-chain rappresenta una soluzione valida per la protezione degli asset digitali —ad esempio quando uno smart contract viene exploitato o il frontend di un protocollo Web3 viene compromesso.

Il crollo di Terra (LUNA) e il conseguente depeg di Terra USD fornisce un esempio da manuale di come l'assicurazione on-chain possa proteggere gli investitori, osserva Thompson, aggiungendo che InsurAce "ha versato 11,7 milioni di dollari alle 155 vittime di UST colpite".

"Nel 2021 gli hack nella sola DeFi hanno causato perdite per 2,6 miliardi di dollari", che ammontano a 10 miliardi di dollari nel più ampio spazio delle criptovalute, e "nel 2022 abbiamo già superato questa cifra", ha aggiunto Thomson, sottolineando la necessità di un'assicurazione on-chain per gli asset digitali.

Per quanto riguarda la possibilità che le compagnie assicurative tradizionali offrano prodotti incentrati sulle criptovalute, Thomson ha affermato che, pur avendo suscitato il loro interesse, non si sono ancora mosse in questo settore "a causa dei loro regolamenti e della loro conformità":

"Non credo che le grandi compagnie assicurative tradizionali svilupperanno le proprie app native per lo spazio, ma preferiranno offrire un tipo di assicurazione come modo per ottenere visibilità".

Thomson ha affermato che anche i protocolli assicurativi on-chain hanno subito alcune battute d'arresto, osservando che la disponibilità di risorse ha frenato la crescita dei protocolli assicurativi on-chain:

"Le disponibilità sono limitate dalla sottoscrizione [che è] qualcosa di tradizionalmente fatto con la riassicurazione, ma nella DeFi è fatta dagli staker e quindi limitata dal TVL [il che rende] difficile per la maggior parte dei protocolli costruire una liquidità sufficiente".

Questo problema è aggravato dal fatto che i fornitori di servizi assicurativi on-chain faticano a offrire ai finanziatori rendimenti d'investimento interessanti, il che a cascata scoraggia la creazione di liquidità, ha affermato Thomson.

Thomson ha dichiarato che la sua azienda sta cercando di risolvere questo problema di efficienza del capitale utilizzando la riassicurazione delle compagnie assicurative tradizionali come mezzo per "mettere il turbo alla crescita durante il mercato ribassista":

"Per rimediare a questo problema, saremo uno dei primi protocolli in grado di fare da ponte per ottenere l'accesso alla riassicurazione tradizionale per integrare la nostra attuale sottoscrizione da asset staked".

Alcuni cripto exchange forniscono attualmente servizi assicurativi, ma sono pochi i protocolli cripto-nativi specializzati nell'assicurazione on-chain.

I servizi assicurativi on-chain variano da protocollo a protocollo, ma la maggior parte di questi richiede agli utenti di specificare l'indirizzo dello smart contract per il quale si desidera la copertura, insieme all'importo, alla valuta e al periodo di tempo per generare un preventivo.

Molti protocolli utilizzano poi un'organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) e un token per consentire agli holder di votare sulla validità delle richieste di rimborso.

Tra i principali protocolli assicurativi on-chain vi sono Nexus Mutual e inSure DeFi.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store