Coin News

SEC USA e la "mescolanza" degli exchange crypto

4 d ago3 min readRegulation
SEC USA e la "mescolanza" degli exchange crypto

Secondo Garry Gensler, presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, gli exchange crypto non stanno mettendo muri tra le rispettive parti delle loro attività, come il trading, la custodia e i servizi di marketing, che potrebbero portare alla "mescolanza" delle loro attività e mettere a repentaglio gli interessi dei loro clienti. Il funzionario ha anche indicato che la sua agenzia sta esaminando i legami tra le principali stablecoin e gli exchange.

Il capo dell'autorità di regolamentazione ha detto a Bloomberg: "Le criptovalute hanno molte di queste sfide: le piattaforme che effettuano il trading prima dei loro clienti", inoltre ha affermato che:

“In effetti, fanno trading spesso contro i loro clienti, perché fanno marking to market contro i loro clienti".

L'ultima dichiarazione arriva poco dopo che la SEC ha annunciato di aver creato circa 20 posizioni aggiuntive, per un totale di 50, all'interno dell'unità responsabile della protezione degli investitori nei mercati delle criptovalute e dalle minacce informatiche. Chiamata Crypto Assets and Cyber ​​Unit, l'entità era precedentemente nota come Cyber ​​Unit. Gensler ha affermato che l'espansione consentirebbe all'agenzia di "essere meglio attrezzata per sorvegliare gli illeciti nel crypto market, continuando a identificare problemi di divulgazione e controllo rispetto alla sicurezza informatica".

Il funzionario si è affermato come un critico di molti segmenti dell'industria crypto. Sostiene che la maggior parte degli asset digitali rientra nella sfera di competenza normativa della SEC e che le piattaforme di trading di criptovalute dovrebbero registrarsi presso l'agenzia. Secondo il funzionario, con questo in mente, l'autorità di regolamentazione è determinata a rafforzare i suoi sforzi di applicazione.

SEC USA osserva il mercato delle stablecoin

Allo stesso tempo, la SEC sta osservando da vicino il mercato delle stablecoin, poiché Gensler ritiene che non sia un caso che le tre principali stablecoin, Tether, USD Coin (USDC) e Binance USD, abbiano legami con importanti exchange crypto.

"Non credo sia una coincidenza", ha detto il capo dell'agenzia.

Facendo riferimento alle misure antiriciclaggio (AML) e know-your-customer (KYC), Gensler ha anche affermato che "tutte e tre sono stati fondati dalle piattaforme di trading per facilitare il trading su tali piattaforme e potenzialmente evitare l'AML e KYC”.

L'approccio di Gensler alle stablecoin sembra essere condiviso dal segretario al Tesoro statunitense Janet Yellen. Parlando a un'audizione della commissione bancaria del Senato martedì, ha affermato che le stablecoin rappresentano "rischi per la stabilità finanziaria" e, in quanto tali, dovrebbero essere soggette a nuove normative.

"Abbiamo davvero bisogno di un quadro federale coerente", ha detto Yellen ai senatori, come citato dal Wall Street Journal.

Il mese scorso, Gensler ha partecipato a una conferenza ospitata dalla Carey Law School dell'Università della Pennsylvania dove ha parlato del futuro degli asset digitali in una presentazione chiave. Per alcuni osservatori del settore delle criptovalute, la maggiore attenzione del regolatore su tali asset era di per sé una cattiva notizia.

Un utente ha twittato: "Qualcosa mi dice che non appena la SEC sarà coinvolta, potremo dire addio al futuro degli asset digitali".

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store