Coin News

Il relatore del MICA vende il proprio NFT

16 Aug, 20222 min readNFT
Il relatore del MICA vende il proprio NFT

Il MICA, l’inquadramento legislativo di base sulla regolamentazione delle cryptovalute, Token e strumenti finanziari dell’asset è in dirittura d’arrivo, la legge quadro riguarderà tutti i paesi dell’Unione Europea ma ci sono ancora dei nodi da sciogliere sul discorso NFT.

NFT in vendita da parte di Stefan Berger

Stefan Berger, relatore del Parlamento Europeo sulla legge MiCA sulle criptovalute è recentemente salito alla ribalta per aver messo in vendita un NFT di propria creazione riguardante il Not Fungible Token di un paio di sandali.

Il progetto creato da Beger rappresenta una coppia di diapositive denominate ‘Bergotten’ che simboleggiano il primo passo di una rivoluzione che è quella crittografia.

Berger che ha profuso competenza e impegno nella realizzazione della legge quadro in merito, riconosce le difficoltà di comprendere l’asset nella sua completezza e da qui le lungaggini nella realizzazione del MICA, ma, allo stesso tempo, prova con questo atto a porre l’accento su quanto ci sia bisogno anche degli NFT e di quanto essi siano simili nella loro natura alle valute digitali.

Stefan Berger, membro del Parlamento europeo (MEP) al riguardo ha dichiarato

“Ciò che era negoziabile ieri è tokenizzato sulla blockchain oggi. Ieri indossavi scarpe da bagno ai piedi, oggi te le porti nel portafoglio – sotto forma di questo NFT.”

Trovato l’accordo sul MICA per l’UE

L’accordo sul MICA ha riguardato il Parlamento, il Consiglio Europeo e la Commissione Europea i quali dopo mesi di trattative hanno raggiunto un accordo che sarà redatto e applicato a tutti e 27 i paesi membri dell’Unione.

Berger,contrario al blocco della fornitura dei servizi per tutte quelle valute che si basano sul mining proof-of-work (PoW).

Se vincesse la corrente opposta a Berger, ci sarebbe il divieto concreto delle crypto come il Bitcoin.

La produzione del Bitcoin dal mining richiede una notevole quantità di energia elettrica e ha creato reazioni negative nel continente tra gli attrezzi ai lavori.

Peter Kerstens, consigliere della Commissione Europea per l’innovazione tecnologica e la politica di sicurezza informatica ha dichiarato che i legislatori dell’UE hanno una visione molto ristretta sull’argomento NFT.

A latere della Korea Blockchain Week, il consigliere ha argomentato che qualora un token viene emesso come collezione o come serie, anche se chi lo crea può chiamarlo NFT e ciascun token è unico, i regolatori non possono considerarlo esse come NFT, in sostanza i criteri per le crypto si applicheranno anche agli NFT.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store