Coin News

Regolatore delle Bahamas: I recenti hack di FTX dimostrano che la commissione ha preso la decisione migliore

8 min ago2 min readRegulation
Regolatore delle Bahamas: I recenti hack di FTX dimostrano che la commissione ha preso la decisione migliore

La Securities Commission delle Bahamas afferma che i continui "tentativi di hack" nei confronti degli asset digitali di FTX dimostrino che abbia preso la decisione giusta, riguardo il prendere il controllo degli asset della piattaforma il 12 novembre.

In una dichiarazione del 23 novembre, la Commissione ha affermato che il fatto che "i sistemi di FTX siano stati compromessi e che continuino a subire nuovi tentativi di hack, rafforzi la saggezza dell'azione tempestiva della Commissione per proteggere questi asset digitali".

Lo stesso giorno in cui FTX ha presentato istanza di fallimento, l'11 novembre, la crypto community ha iniziato a segnalare circa 266,3 milioni di dollari di deflussi dai wallet associati a FTX. Il 12 novembre, i deflussi erano saliti ad oltre 650 milioni di dollari.

Secondo gli analisti della blockchain, si sospetta che 477 milioni di dollari siano stati trafugati, mentre il resto sia stato spostato in un deposito sicuro dalla stessa FTX.

Nella sua ultima dichiarazione, la commissione ha affermato che, pur avendo sospeso la licenza di FTX Digital Markets (FDM) per condurre le attività, e privato i suoi amministratori dei loro poteri il 10 novembre, ciò non è stato sufficiente a proteggere i clienti e i creditori di FDM.

La Commissione ha inoltre spiegato che, a causa della "natura degli asset digitali" e dei "rischi associati ad hack e compromissioni", ha richiesto alla Corte Suprema di ordinare il trasferimento di tutti gli asset digitali da FTX alla Commissione per la "custodia".

L'ultima dichiarazione rafforza il recente rapporto emesso dalla società di analisi blockchain Chainalysis e dell'esperto crypto noto come ZachXBT su Twitter, secondo cui le prove on-chain suggeriscono che le azioni del regolatore delle Bahamas non siano collegate al presunto "hacker di FTX".

La commissione si è anche scagliata contro la mozione d'emergenza presentata il 17 novembre da FTX Trading Limited, che ha accusato il "governo delle Bahamas" di aver "diretto un accesso non autorizzato ai sistemi dei Debitori" dopo l'inizio della procedura di fallimento del Capitolo 11.

"È deplorevole che durante la presentazione del Chapter 11, il nuovo amministratore delegato della FTX Trading Ltd. abbia travisato questa azione tempestiva attraverso le accuse intemperanti e imprecise contenute nella mozione di trasferimento", ha dichiarato la Commissione.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store