Coin News

Quando le crypto incontrano il metaverso

5 d ago6 min readOther
Quando le crypto incontrano il metaverso

Il motivo per cui il metaverso ha preso piede, soprattutto negli ultimi due anni, è sicuramente legato all’esplosione del mercato degli NFT e all’ultima bull run del settore crypto.

Questo ha dato la possibilità ai metaversi di espandersi velocemente, creando intorno ad essi una vera e propria economia.

Che cos’è il metaverso e qual è la relazione con le crypto?

Il metaverso è ancora qualcosa su cui molti non concordano in termini di significato e definizione, ma cominciano a delinearsi le prime caratteristiche.

Sono spazi tridimensionali dove gli utenti si muovono liberamente utilizzando degli avatar per giocare, creare, lavorare e anche concludere accordi commerciali.

Gli spazi virtuali possono essere creati dagli utenti stessi che li mettono a disposizione di altri utenti.

Si possono utilizzare le crypto, e a volte anche le valute fiat.

Alla base degli spazi virtuali ci sono degli standard tecnici compatibili, protocolli, l’interoperabilità, la proprietà digitale, la tecnologia blockchain e leggi che ne regolano l’uso.

Real Estate virtuale: si può investire nel metaverso?

La risposta è sì: i terreni nel metaverso sono la nuova modalità di investimento nel mondo digitale, soprattutto con le crypto.

La società di ricerca specializzata in blockchain, Chainalysis, ha riportato che i prezzi del virtual real estate sono cresciuti dell’879% fra il settembre 2019 e il marzo 2022, proprio il periodo in cui Bitcoin ha reso meno della metà, il 362% (dopo il più recente crollo, al 1° luglio 2022, si è scesi al +98%).

Sempre secondo il rapporto di Chainalysis, comprare tramite crypto o moneta corrente uno spazio virtuale nel metaverso, fa accedere ad alcuni benefici immediati e ad altri visibili in futuro.

Comprando un terreno nel metaverso, è possibile usufruire di contenuti video, immagini, attività in gioco per giocatore singolo o multigiocatore, ed eventi.

Quello che il metaverso potrà offrire è in parte qualcosa di immaginabile anche su scenari futuri: gli spazi acquistati nel metaverso si potranno sicuramente affittare e potrebbero aggiungersi gli strumenti di realtà aumentata, come i visori VR.

Oggi, però, la maggioranza dei progetti è in realtà virtuale con pochi legami con il mondo reale.

Per quanto riguarda il settore real estate del metaverso cominciano ad intravedersi delle differenze relative al campo dei prezzi: secondo Chainalysis tutto deriverebbe dalla piattaforma che si lega al metaverso: il real estate sulla blockchain Ethereum prevede prezzi molto più alti rispetto a quelli di altre crypto come Solana.

La ragione deriverebbe dal fatto che la maggior parte dei metaversi basati su Ethereum si sono recentemente integrati con Polygon, la sidechain di Ethereum competitor di Solana sia a livello di costi che performance di velocità.

In un rapporto si segnala:

“Poiché il metaverso è uno spazio così nascente, il valore a lungo termine del real estate virtuale basato sulla blockchain dipende da una serie di fattori esterni.Sebbene la maggior parte di questi fattori sia difficile da prevedere, riteniamo che un paio di essi possano esserlo. La possibilità che i sistemi AR/VR siano più interoperabili o proprietari e dal “ritmo di adozione delle nuove tecnologie informatiche”.

Microsoft, Meta, Google e altre aziende tecnologiche stanno implementando le strutture per costituire esperienze nel metaverso ma non è dato sapere se le realtà di metaverso saranno sistemi unici o integrati gli uni agli altri.

È possibile comprare NFT e/o crypto legate al metaverso?

La maggior parte dei metaversi esistenti, come Decentraland e The Sandbox, hanno un proprio token che alimenta l’economia del mondo virtuale.

Tali token possono essere acquistati nei principali exchange centralizzati (CEX) in cui vengono supportati, o scambiati con altre crypto utilizzando exchange decentralizzati (DEX).

Inoltre, ogni asset all’interno del metaverso è rappresentato da un NFT. Ciascun bene digitale può essere acquistato sul marketplace dedicato del metaverso, se presente, oppure sul mercato secondario facendo riferimento a piattaforme, come OpenSea, Magic Eden ecc., in cui vengono listati.

Come avviene l’acquisto degli NFT per il metaverso con le crypto?

Per potere procedere con una o più transazioni occorre sincronizzare il wallet: in questo modo la piattaforma sarà in grado di verificare la presenza della somma necessaria di crypto per poter acquistare.

I wallet più conosciuti sono quelli di Coinbase, MetaMask, Phantom e Trust Wallet.

Gli NFT nel metaverso

Trattandosi di realtà basate su blockchain, è inevitabile che gli NFT trovino diverse applicazioni all’interno del metaverso. Qui, infatti, ogni valore è rappresentato da un token e gli utenti hanno la possibilità di acquistare, scambiare, usare e/o mettere in mostra i propri NFT, condividendoli con la community.

Cos’è un wallet

Il wallet è un portafoglio virtuale all’interno del quale depositare, inviare e ricevere valuta digitale, come Bitcoin, Dash, Ethereum, ecc.

Ce ne sono di diversi tipi. I più diffusi sono quelli hardware che godono di estrema sicurezza, come Ledger; le estensioni browser, molto semplici ed intuitive da usare, come MetaMask; infine quelli desktop, come Exodus, o in formato app per smartphone.

Come aprire un wallet su MetaMask per acquistare NFT

MetaMask è il wallet gratuito più diffuso per comprare NFT: è di tipo multi-chain in quanto supporta diverse blockchain, come Ethereum, Polygon, Fantom e BNB Chain. Inoltre, permette di interagire con quasi la totalità delle dApp. La sua popolarità è dovuta soprattutto alla semplicità d’uso, dal momento che si tratta di un’estensione browser.

Per aprirlo bisognerà aprire il sito di MetaMask e seguire alcuni passaggi: semplicemente aggiungere l’estensione a Chrome per poi creare una password e una seed phrase, una frase segreta di backup.

Quando il wallet è configurato, si può depositare una quantità sufficiente di crypto, generalmente Ether (ETH) per poi acquistare gli NFT.

Supporta anche il on-ramp per la conversione automatica valuta fiat-crypto, grazie all’utilizzo di servizi terzi offerti da Coinbase Pay, Wyre, Transak e MoonPay.

Solo dopo aver autorizzato il collegamento tra il wallet e il marketplace, sarà possibile comprare NFT tramite MetaMask, in base ai prezzi stabiliti dal venditore o facendo un’offerta tramite asta.

Una volta scelto l’NFT da acquistare, occorre cliccare su “Make offer” o “Buy now” per passare alla fase di checkout.

MetaMask richiederà poi la firma della transazione per finalizzare lo scambio.

A questo punto la proprietà del token verrà collegata in modo univoco all’indirizzo con cui è stata finalizzata la transazione. Tutti gli asset detenuti potranno essere visualizzati pubblicamente accedendo agli “scan” delle relative blockchain.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store