Coin News

I procuratori sudcoreani accusano Do Kwon di aver manipolato il prezzo di Terra

4 Nov, 20223 min readOther
I procuratori sudcoreani accusano Do Kwon di aver manipolato il prezzo di Terra

Un report locale proveniente dalla Corea del Sud sostiene che i procuratori del Paese hanno acquisito delle prove che dimostrano come il cofondatore di Terraform Labs, Do Kwon, abbia ordinato a un dipendente di manipolare il prezzo di Luna Classic (LUNC).

Un rapporto pubblicato il 3 novembre dalla Korean Broadcasting System (KBS) cita un funzionario dell'ufficio del procuratore sudcoreano, che ha dichiarato di aver recuperato una "cronologia delle conversazioni" in cui " il CEO Kwon ordinava specificamente la manipolazione dei prezzi".

Le prove riportate si presentano sotto forma di una "conversazione via messenger" tra Kwon e un ex dipendente di Terraform Labs. I procuratori non hanno rivelato ulteriori dettagli, ma hanno sottolineato che:

"Non posso rivelare i dettagli, ma si è tratta di una conversazione in cui il CEO Kwon ha ordinato specificamente la manipolazione dei prezzi".

Sebbene i dettagli specifici relativi alla manipolazione non siano stati resi noti, il prezzo di LUNC, ex Terra (LUNA), durante l'ultimo mercato rialzista è stato senza dubbio uno dei più impressionanti fra tutte le criptovalute.

Secondo i dati di CoinGecko, il suo prezzo è salito di oltre il 2.800% passando dai 4,18 $ di fine maggio 2021 al massimo storico di 119,18 $ del 5 aprile 2022, prima del crollo catastrofico del 30 aprile.

Il rapporto, tuttavia, sottolinea che il rappresentante di Kwon ha continuato a negare queste accuse.

Kwon e i suoi rappresentanti in passato hanno negato presunte violazioni delle leggi sui capital markets della Corea del Sud.

A settembre, Terraform Labs ha dichiarato che il caso contro il suo co-fondatore è diventato "altamente politicizzato" e che i procuratori hanno ampliato la definizione di sicurezza in risposta alla pressione pubblica.

Il luogo in cui si trova Kwon ora è l'Europa

La posizione di Kwon continua a rimanere un mistero, nonostante il cofondatore dell'ecosistema Terra abbia precedentemente affermato di non essere "in fuga".

I precedenti rapporti suggerivano che Kwon si fosse trasferito dalla Corea del Sud a Singapore, prima di passare a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti (EAU). Il rapporto della KBS sostiene che ora Kwon risiede da qualche parte in Europa e, dal 3 novembre, senza un passaporto valido.

"Kwon, che ha un mandato d'arresto, ha il passaporto invalidato a partire da oggi", si legge nel rapporto, che aggiunge:

"Do Kwon è ora un immigrato illegale, ovunque si trovi, in qualsiasi Paese, e non può viaggiare legalmente tra i Paesi".

Se verrà trovato, Kwon dovrà affrontare una causa da 57 milioni di dollari recentemente intentata contro di lui, Nicholas Platias, cofondatore di Terra, e la Luna Foundation Guard (LFG) presso l'Alta Corte di Singapore.

Il querelante sostiene che Kwon, Platias e la LFG hanno affermato in modo fraudolento che la stablecoin di Terra, TerraUSD (UST) — ora TerraUSD Classic (USTC) — era " stable by design" e in grado di mantenere il suo ancoraggio al dollaro statunitense.

L'impegno delle forze dell'ordine a livello mondiale per individuare la posizione del controverso CEO non ha impedito a Kwon di essere attivo sui social media, il cui ultimo post su Twitter è stato condiviso il 3 novembre.

Stranamente, queste ultime settimane sono state uno dei periodi più creativi della mia vita. — Do Kwon (@stablekwon) November 3, 2022

Strangely, these last few weeks have been one of the most creative periods of my life. — Do Kwon (@stablekwon) November 3, 2022

Cointelegraph ha contattato Terraform Labs e l'ufficio del procuratore sudcoreano per un commento, ma non ha ancora ricevuto una risposta.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store