Coin News

Problemi di latenza per Coinbase: la piattaforma in mezzo alle turbolenze del mercato

9 Nov, 20226 min readOther
Problemi di latenza per Coinbase: la piattaforma in mezzo alle turbolenze del mercato

Coinbase, prestigiosa piattaforma di exchange, ha sperimentato dei servizi limitati in mezzo alle recenti turbolenze dei mercati.

Secondo quanto riferito, la piattaforma sta affrontando problemi di latenza a causa dell’alto livello di registrazioni e dei trasferimenti di nuovi utenti alla piattaforma.Nello specifico, Coinbase è risultata inattiva o ha riscontrato problemi di latenza intermittente nella giornata dell’otto novembre, in mezzo alle turbolenze del mercato, secondo i reclami degli utenti su Twitter.

Questa notizia ha seguito la divulgazione che l’exchange di criptovalute Binance intende acquisire il suo rivale FTX all’inizio della giornata.

Coinbase è giù: i problemi relativi agli eccessivi nuovi utenti

Secondo gli utenti di Twitter, i servizi erano limitati nell’exchange, con problemi legati alla connettività delle piattaforme e voci non confermate di ritiri bloccati.Mason Versluis ha infatti twittato nella giornata dell’otto novembre:

“Rottura: Coinbase è giù! Diversi servizi sono inattivi in ​​questo momento. Ora vedete tutti veri rapporti di mercato ribassista”.

Allo stesso modo, sul suo profilo di supporto, Coinbase ha affermato di aver riscontrato problemi di connessione di rete per Coinbase.com, Coinbase Pro e Coinbase Prime. Ciò avrebbe comportato difficoltà di accesso per gli utenti.

I quali, anche una volta effettuato l’accesso, hanno riscontrato un caricamento lento sul Web e l’app mobile. Coinbase ha sostenuto che il problema era correlato all’alto livello di iscrizioni e trasferimenti di nuovi utenti alla piattaforma.

L’account twitter ufficiale del Supporto di Coinbase nella stessa giornata ha scritto:

“Abbiamo implementato una correzione e la latenza è notevolmente migliorata. A causa dell’alto livello di registrazioni e trasferimenti di nuovi utenti a Coinbase oggi, alcuni clienti hanno avuto problemi a registrarsi o hanno riscontrato ritardi nell’accesso”.

Ad ogni modo, Coinbase ha assicurato agli investitori un’esposizione minima alla rivale privata FTX, dopo che le preoccupazioni per i dati finanziari di quest’ultima hanno trascinato la FTT delle sue monete digitali al minimo dall’inizio del 2021.

Il Chief Financial Officer, Alesia Haas, ha infatti scritto in un blog:

“Coinbase e i nostri clienti non corrono alcun pericolo diretto di liquidità o rischio di credito. Indipendentemente dal completamento della transazione Binance/FTX, abbiamo pochissima esposizione a FTX e non abbiamo alcuna esposizione al suo token, FTT”.

A cosa è dovuta la turbolenza di mercato che ha messo in difficoltà anche Coinbase

La turbolenza di mercato che ha rischiato di mettere in ginocchio anche Coinbase è dovuta ad avvenimenti precisi accaduti nella giornata dell’otto novembre. Infatti, la turbolenza del mercato è stata innescata dall’annuncio da parte del fondatore e CEO di FTX Sam Bankman-Fried, o SBF, di un accordo su una transazione strategica con Binance, con l’obiettivo di acquisire FTX.

Tutto ciò dopo la decisione di Binance di liquidare 23 milioni di token FTT. Di conseguenza, la dichiarazione di Binance ha innescato una crisi di liquidità in FTX. L’accordo tra i due è stato paragonato a una mossa a scacchi da alcuni, insinuando che la strategia di Binance abbia portato intenzionalmente all’accordo.

Nello specifico, Binance ha firmato l’accordo per acquistare l’unità di FTX per aiutare a coprire una “crisi di liquidità” alla borsa rivale, segnando un brusco cambiamento di fortuna per il miliardario Bankman-Fried.

La serie di tweet ha innescato un sell-off di FTX Token che ha rotto al di sotto della linea di supporto del pattern. Il sell-off è continuato e il token è sceso di oltre il 76% nelle ultime 24 ore, negoziato a $5,09 al momento della stampa.

È importante sottolineare che FTT è la trentesima moneta digitale più grande con un valore di $2 miliardi, secondo CoinMarketCap. Tra i discorsi sulla pressione sui dati finanziari di FTX, FTT ha perso un terzo del suo valore e ha trascinato al ribasso altri importanti asset digitali.

Ore dopo l’accordo, il CEO di Binance Changpeng Zhao, o CZ, ha anche notato su Twitter che l’exchange inizierà presto a utilizzare la proof-of-reserve, sottolineando che le banche funzionano con riserve frazionarie. Mentre, gli exchange di criptovalute non dovrebbero

Coinbase è in crisi: ecco ciò che sappiamo

Coinbase, piattaforma quotata al Nasdaq, sembra dare segnali di crisi già da diverso tempo. Infatti, la piattaforma ha registrato una perdita di 2,43 dollari per azione diluita nel terzo trimestre del 2022 rispetto all’utile di 1,62 dollari per azione dello stesso periodo di un anno fa.

Questo perché il suo principale motore dei ricavi, il trading di criptovalute, è andato a ribasso sulla scia del crollo del mercato. Nello specifico, il secondo exchange di criptovalute ha perso 545 milioni di dollari, registrando il terzo trimestre consecutivo non redditizio, su un fatturato totale di 590 milioni. Tutto ciò in peggioramento rispetto all’utile di 406 milioni su un fatturato di 1,3 miliardi dello stesso trimestre dell’anno scorso. Numeri leggermente inferiori a quanto previsto dal consenso FactSet: perdita di 2,38 dollari per azione su un fatturato di 641 milioni. In una lettera agli azionisti, la stessa società ha descritto il trimestre come misto, notando che i ricavi delle transazioni sono stati danneggiati in modo significativo dalle condizioni del mercato delle criptovalute e dell’economia in generale.La piattaforma Coinbase è stata quotata in borsa nel 2021, quando le criptovalute stavano vivendo un’impennata pluriennale e il prezzo del bitcoin era salito a quasi 70.000 dollari. Tanto che alla fine del 2021 Coinbase ha guadagnato 3,1 miliardi. In generale, il mercato delle criptovalute ha raggiunto il picco alla fine del 2021 prima di crollare. Così, nei primi tre trimestri di quest’anno, la società ha perso complessivamente 2 miliardi. La maggior parte delle entrate di Coinbase è rappresentata dal trading e il volume totale degli exchange della società è sceso a 159 miliardi nel terzo trimestre rispetto ai 327 miliardi di un anno fa.L’unica apparente nota positiva per Coinbase è che gli utenti con transazioni mensili, o MTU, sono saliti a 8,5 milioni nel terzo trimestre rispetto ai 7,3 milioni di un anno fa, ma sono diminuiti rispetto ai 9 milioni del secondo trimestre. Gli utenti che effettuano transazioni mensili sono quelli che fanno almeno un’operazione al mese. A giugno la società ha licenziato il 18% del personale, il primo taglio di posti di lavoro dalla sua fondazione nel 2012. L’azienda si è anche rimboccata le maniche per diversificare i flussi di entrate, tra cui le commissioni di custodia e gli interessi.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store