Coin News

Il personale di Twitter si dimette, portando la società a chiudere alcuni uffici: gli utenti cercano alternative decentralizzate

22 min ago3 min readOther
Il personale di Twitter si dimette, portando la società a chiudere alcuni uffici: gli utenti cercano alternative decentralizzate

Da quando ha preso il controllo della piattaforma di micro-blogging a fine ottobre, Elon Musk ha decisamente scosso la struttura di Twitter. La sua ultima mossa ha provocato un esodo di dipendenti e la chiusura di uffici.

Ad inizio settimana, Musk ha lanciato un ultimatum via e-mail al personale di Twitter, riferendo che dovevano impegnarsi a "lavorare per molte ore ad alta intensità" o lasciare le loro scrivanie entro giovedì 17 novembre.

Un gran numero di loro ha scelto la seconda opzione, che prevede tre mesi di indennità di licenziamento, con la conseguenza che l'azienda ha chiuso temporaneamente i suoi uffici, mentre centinaia di dipendenti hanno lasciato il proprio posto di lavoro, secondo quanto riportato.

Twitter ha inoltre annunciato la sospensione temporanea dell'accesso ai badge fino a lunedì 21 novembre, richiedendo al personale di "astenersi dal discutere informazioni aziendali riservate sui social media, con la stampa o soggetti esterni".

Un'e-mail al personale di Twitter comunica che gli uffici sono chiusi fino a lunedì."Non volevo lavorare per qualcuno che ci ha minacciato più volte via e-mail", afferma un dipendente che ha appena dato le dimissioni.

Email to Twitter staff saying offices are closed till Monday."I didn’t want to work for someone who threatened us over email multiple times" says one employee who's just resigned — James Clayton (@JamesClayton5) November 18, 2022

Secondo un sondaggio condotto su Blind, app dedicata ai posti di lavoro, su 180 persone, il 42% ha risposto "Scelgo l'opzione di andarmene, sono libero!", riporta Reuters il 18 novembre. In un altro sondaggio, la metà degli intervistati ha stimato che il 50% del personale se ne sarebbe andato.

A fronte dell'ascesa di Musk, i dipendenti non sono gli unici a fuggire da Twitter: anche gli utenti sono in cerca di alternative. Una di queste è Mastodon, che ha registrato un'impennata di iscrizioni.

Il social network decentralizzato è una federazione di server interconnessi gestiti in modo indipendente e basati su un software open-source.

Il 12 novembre Mastodon ha dichiarato di aver ottenuto oltre un milione di nuovi membri dalla chiusura dell'accordo con Twitter. Il 3 novembre, il MIT ha riportato che Twitter ha perso lo stesso numero di utenti dall'acquisizione di Musk.

Ad ottobre, anche l'ex amministratore delegato di Twitter Jack Dorsey ha presentato il suo social network decentralizzato, Bluesky Social, che mira a dare agli utenti il controllo sui propri dati, caratterizzato da account utente portatili e dall'accesso ad "un mercato aperto di algoritmi".

Dorsey spera che la sua piattaforma alimentata da Bitcoin sposti gli utenti dai social media Web2 centralizzati e pieni di truffe e spam.

Dorsey ha già rifiutato la posizione di CEO di Twitter, offerta da Musk in quanto vorrebbe che sia qualcun altro a dirigerlo.

Nel frattempo, Elon Musk lamenta le difficoltà nella gestione di un social network, a seguito dell'esodo dei dipendenti:

Come si fa a fare una piccola fortuna con i social media?Iniziate con una grande fortuna.

How do you make a small fortune in social media?Start out with a large one.— Elon Musk (@elonmusk) November 18, 2022

In un tweet, rispondendo alle domande del fondatore del blog di cultura pop Barstool Sports, Dave Portnoy, Musk ha dichiarato di non essere preoccupato, in quanto "le persone migliori restano".

I migliori rimangono, quindi non sono molto preoccupato.

The best people are staying, so I’m not super worried— Elon Musk (@elonmusk) November 18, 2022

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store