Coin News

OKB: Boom per il token! | Arriva un’incredibile svolta per l’exchange

1 h ago3 min readOther
OKB: Boom per il token! | Arriva un’incredibile svolta per l’exchange

Gli utility token sono periodicamente al centro della scena. E lo sono quasi sempre in virtù di vicissitudini societarie che interessano i loro exchange di riferimento. Ora è il turno di OKB, che festeggia con un ricco +20% sul mercato, in una giornata comunque positiva per il comparto. E c’è davvero da festeggiare, dato che il gruppo ha annunciato una nuova divisione.

Divisione regionale che si stabilirà alle Bahamas, con un hub regionale a Nassau che permetterà all’exchange di essere enormemente più competitivo e di sfruttare il paese che ha forse la legislazione più interessante per certi tipi di operatori, paese che non a caso vede anche la presenza di big come FTX.

Sempre all’interno di quanto offre Capital.com possiamo trovare delle piattaforme di livello professionale come TradingView e MetaTrader 4, che permettono di investire con gli stessi strumenti utilizzati da chi vive di trading. Con il WebTrader abbiamo poi accesso all’intelligenza artificiale esclusiva per l’analisi dei nostri acquisti. 20€ di investimento in cripto e passiamo al conto reale.

OKB festeggia col botto la sede alle Bahamas

Un’espansione che a quanto pare piace ai mercati, perché sarà in grado di favorire l’espansione internazionale del gruppo. Il tutto in una fase di mercato che ha visto molti dei migliori e più importanti player in difficoltà, con tagli al personale e anche dubbi sulla sostenibilità del loro business. a

OKB invece rilancia, candidandosi così ad essere uno degli intermediari più importanti del post bear market, che quando si configurerà ci restituirà un mercato molto diverso da quello che conosciamo oggi.

Il 2023 ancora stagione degli utility token?

Su queste pagine abbiamo sempre trattato separatamente gli utility token, ovvero quelle criptovalute che sono legate a doppio filo all’andamento degli exchange di riferimento. Ce ne sono tanti che hanno performato in modo interessante: pensiamo ad esempio a BNB di Binance, o ancora a $FTT di FTX o a Cronos Coin legato a Crypto.com.

Token che hanno una domanda direttamente legata all’utilizzo dell’exchange che li gestisce e che possono, anzi devono essere parte della gestione di un portafoglio diversificato all’interno del mondo cripto. Questo perché, come abbiamo visto oggi, spesso si muovono con scarsa correlazione rispetto a Bitcoin, cosa che è un’autentica rarità nel mondo delle criptovalute.

Sempre però rimanendo molto attenti anche alle naturali correzioni che arrivano quando si presentano corse di questa intensità. Chi vuole valutare l’inserimento di $OKB all’interno del proprio portafoglio farà bene a farlo seguendo i canoni dell’investimento di medio e lungo periodo. E dunque senza farsi prendere dalla FOMO oppure ancora allocando quantità di capitale sul totale troppo elevate.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store