Coin News

In occasione dei risultati del Q3, il CEO di MicroStrategy ribadisce che Bitcoin è un "gioco di lungo termine"

2 Nov, 20223 min readBitcoin
In occasione dei risultati del Q3, il CEO di MicroStrategy ribadisce che Bitcoin è un "gioco di lungo termine"

I dati sui profitti del Q3 di MicroStrategy hanno rivelato una perdita netta di 27,1 milioni di dollari per il trimestre, nonostante questo l'azienda continua a far crescere il suo portafoglio Bitcoin (BTC) anche se le condizioni del mercato cripto non sono ottimali.

Il più grande proprietario al mondo di Bitcoin, quotato in borsa, ha confermato di possedere ancora 130.000 BTC alla fine del terzo trimestre del 2022. Tale importo rappresenta lo 0,62% di tutti i Bitcoin che potranno mai essere posseduti e che, secondo la società, sono stati acquisiti per un costo totale di circa 4 miliardi di dollari, ovvero 30.639 $ per BTC.

Grazie alla stabilità del prezzo del Bitcoin nel corso dell'ultimo trimestre, il 1° novembre la società ha riferito che gli oneri di svalutazione per il trimestre sono stati pari a 727.000$, molto meno dei 917,8 milioni di dollari registrati nel 2° trimestre del 2022 o dei 65 milioni di dollari relativi allo stesso periodo dell'anno scorso.

Un onere di svalutazione è un termine contabile utilizzato dalle aziende per descrivere una riduzione del valore delle attività detenute e, secondo MicroStrategy, al 30 settembre le perdite da svalutazione cumulate ammontavano a circa 2 miliardi di dollari.

Nel corso di una conferenza stampa, Phong Le, presidente e CEO di MicroStrategy, ha ribadito la strategia di hodling a lungo termine dell'azienda:

"Ad oggi non abbiamo venduto alcun Bitcoin. Per ribadire la nostra strategia, cerchiamo di acquisire e detenere Bitcoin a lungo termine. Al momento non abbiamo in programma di vendere. Abbiamo un orizzonte temporale a lungo termine e l'attività principale non è influenzata dalle fluttuazioni del prezzo del Bitcoin a breve termine".

Michael Saylor, che si è dimesso dalla carica di CEO l'8 agosto pur rimanendo nell'azienda come presidente esecutivo, ha ricordato nel corso della telefonata che da quando ha intrapreso la strategia Bitcoin, l'11 agosto 2020, il prezzo delle azioni dell'azienda è aumentato del 116% rispetto al 72% registrato dal Bitcoin nello stesso periodo.

Nella relazione sugli utili, Andrew Yang, direttore finanziario, ha fatto un accenno al recente annuncio della Financial Accounting Standards Board degli Stati Uniti, che ha deciso di sostenere la "contabilità al valore equo" per Bitcoin, osservando:

"Se finalmente adottata e implementata, crediamo che la contabilizzazione al valore equo migliorerà l'attuale, poco vantaggioso, trattamento contabile applicabile alle partecipazioni in Bitcoin e promuoverà un'ulteriore adozione istituzionale di quest'ultimo come asset class".

MicroStrategy ha registrato una perdita di 0,96$ per azione, rispetto alle stime degli analisti che prevedevano una perdita di 0,94$, mentre il fatturato è stato di 125,4 milioni di dollari, superando le stime di appena lo 0,05%.

I ricavi dell'azienda nell'ultimo anno sono stati pari a 119,3 e 122,1 milioni di dollari, rispettivamente per il Q1 e il Q2. 16,4 milioni di dollari del terzo trimestre provengono dai servizi di abbonamento, in aumento del 51% rispetto all'anno precedente, e rappresentano la fonte di entrate in più rapida crescita per MicroStrategy.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store