Coin News

NFT: Rarible e Meta, le ultime novità

4 d ago7 min readNFT
NFT: Rarible e Meta, le ultime novità

Gli NFT, non fungible token, sono ormai materia di espansione in ogni campo: dalla moda all’arte, passando per la musica e le immagini e tanto altro ancora.

Sono sempre di più le persone e le aziende che usano gli NFT, la cui caratteristica principale è quella di essere token unici e irripetibili.

Nello specifico, vediamo alcune importanti novità che riguardano l’utilizzo di NFT da parte di Rarible e Meta, per poi gettare uno sguardo anche su importanti celebrità, come Eminem e Seth Green, o aziende, come Balenciaga, che sfruttano il potenziale di questa nuova tecnologia.

Rarible: nuove funzionalità per rendere la vita NFT più semplice

Rarible, noto mercato di acquisto e vendita di NFT basato su Ethereum, ha aggiornato la sua piattaforma a Rarible 2 il 20 ottobre. Secondo il mercato NFT, sono stati avviati nuovi strumenti di attributo per evidenziare gli NFT da tutto lo spazio Web3.

Dunque, gli utenti possono ora navigare e acquistare risorse digitali basate su Ethereum da Rarible, OpenSea, LooksRare, X2Y2 e Sudoswap.

Nello specifico, le funzionalità di Rarible sono state aggiornate in modo tale che la piattaforma crea un ambiente aperto in cui gli utenti possono accedere ai prezzi migliori NFT attraverso una piattaforma unificata.

Secondo il co-fondatore e Chief Strategy Officer di Rarible Alex Salnikov, questo sviluppo di Rarible segue un rapporto di DappRadar che alludeva a imminenti guerre di mercato NFT. Infatti, altre importanti piattaforme Web3 menzionate nel rapporto di DappRadar, includono Uniswap e OpenSea, che quest’anno hanno entrambe acquisito piattaforme di aggregazione NFT. A differenza di OpenSea e Uniswap, Rarible ha semplicemente convertito i suoi servizi in un modello di indicizzazione. Sulla base del rapporto, tali acquisizioni possono comportare una concorrenza diretta tra le piattaforme.

Rarible ha anche introdotto un meccanismo attraverso il quale gli utenti possono bloccare i loro RARI, il token nativo del mercato, per guadagnare premi e incentivi ai fini della partecipazione all’ecosistema. Secondo Salnikov, questo è un passo verso un ulteriore decentramento della piattaforma.

La novità è che gli utenti possono decidere dove andare dopo l’ecosistema e hanno una voce in capitolo nel futuro di Rarible, che non si può ottenere da fondi o NFT.

Ultimamente, il decentramento dei mercati NFT è un importante argomento di dibattito all’interno della comunità Web3. Infatti, l’eccessiva centralizzazione di leader di mercato come OpenSea ha attirato critiche da molti utenti Twitter. Inoltre, pare che alcuni abbiano twittato dicendo che i mercati centralizzati, come MagicEden e OpenSea, debbano svanire.

In tutto questo, Rarible è stato protetto da una potenziale violazione del mercato da parte dei ricercatori sin dall’inizio dell’anno. Infatti, i ricercatori del produttore di software di sicurezza informatica Check Point hanno rilevato una vulnerabilità del mercato che avrebbe potuto costare a quasi due milioni di utenti mensili attivi i loro NFT in una singola transazione.

Meta: Instagram e gli strumenti di conio NFT

Un’altra importante novità nel mondo NFT riguarda Instagram, il quale avrà presto strumenti di creazione e trading NFT integrati. Infatti, il prossimo “toolkit end-to-end” per NFT consentirà agli utenti di creare e lanciare i propri NFT in vendita tramite Instagram.

Tuttavia, gli acquisti in-app saranno comunque soggetti alle commissioni applicabili dell’app store, conferma Meta.

Stephane Kasriel, Head of Commerce e Fintech di Meta, ha recentemente affermato:

“Un piccolo gruppo di creatori sarà presto in grado di creare oggetti da collezione digitali (NFT) e venderli direttamente su Instagram.”

Al momento del lancio, Instagram utilizzerà la blockchain Polygon per il conio NFT. L’app estrarrà anche i metadati NFT da OpenSea in modo che i nomi e le descrizioni delle raccolte possano essere visualizzati su Instagram.Prima di offrire le funzionalità NFT a un pubblico più ampio, Meta lancerà le nuove funzionalità di NFT a un gruppo selezionato di artisti e creatori di contenuti. La società ha affermato in una dichiarazione che creatori come il fotografo DrifterShoots , l’artista visivo Ilse Valfré e l’artista Amber Vittoria sono tra quelli selezionati per l’accesso anticipato alle nuove funzionalità di Instagram NFT.Questa strategia di implementazione lenta corrisponde al resto dell’approccio di Meta a Web3 .Infatti, a maggio, Meta aveva annunciato che stava implementando una funzione di connessione al portafoglio per selezionare i creatori al fine di mostrare i loro NFT sui rispettivi profili Instagram e Facebook.Oggi Facebook e Instagram supportano la visualizzazione di NFT sulle blockchain di Ethereum, Polygon e Flow, consentendo agli utenti di collegare i propri portafogli ai propri account per visualizzare NFT. Inoltre, il supporto per i portafogli Solana e Phantom è presto in arrivo.

Perché la spinta massiccia verso i Non-Fungible Token?

Il fatto che le più importanti aziende, i più prestigiosi settori e i più rilevanti personaggi pubblici facciano il tifo per gli NFT è un fattore che può far solo che ben sperare per una tecnologia relativamente emergente come i non fungible token sono. Tuttavia, perché proprio gli NFT? Meta, ad esempio, afferma di credere nella visione di Web3 e desidera che i creatori sfruttino gli NFT per monetizzare meglio i propri contenuti.

Kasriel ha affermato:

“La nostra strategia per le tecnologie Web3, inclusa la blockchain, è incentrata sull’aiutare i creatori a guadagnarsi da vivere. Riteniamo che la tecnologia Web3, come la blockchain, migliorerà positivamente il modello economico per i creatori dando loro la possibilità di creare nuovi tipi di risorse digitali da monetizzare”.

Sottolineando, però, anche quanto lo spazio crittografico sia inondato di esperienze complesse che stanno inibendo l’adozione di massa. Secondo Kasriel, infatti, nell’Instagram di Meta l’esperienza per l’utente deve essere molto più semplice ed intuitiva. Dunque, è facile comprendere quanto la tecnologia NFT possa essere, e sarà, una futura risorsa di guadagno per molti, se sfruttata bene ed in modo etico.

Eminem e il Bored Ape che gli assomiglia

A Gennaio di quest’anno, il famoso cantante rap Eminem ha acquistato un Bored Ape per la cifra di $450.000. Dopo aver comprato l’NFT, l’opera d’arte che raffigura una scimmia con pelliccia bianca, un cappello grigio basso, una giacca dorata e catene abbinate, l’artwork è diventato l’immagine del profilo dell’account Twitter ufficiale di Eminem.

Da alcune fonti pare che l’opera d’arte sia solo uno dei 15 NFT che Eminem ha acquistato, con il sito che annota un account OpenSea con l’handle @Shady_Holdings. Eminem è una delle numerose celebrità a possedere un NFT distribuito dal Bored Ape Yacht Club. Infatti, altri includono Jimmy Fallon, il giocatore di basket Steph Curry e il compagno di tour “Up In Smoke” di Eminem, Snoop Dogg.

Seth Green e l’NFT rubato

La storia di Seth Green, la star di “Scooby-Doo”, sembra giungere ad un lieto fine dopo che l’attore ha riacquistato la sua scimmia annoiata, rubata per $100.000 in più rispetto a quanto originariamente pagato per esso.

Green sembra aver riacquistato un NFT Bored Ape che è stato rubato dal suo portafoglio crittografico dopo un attacco di phishing a maggio del 2022.

Secondo i record della blockchain, Bored Ape #8398, che Green aveva soprannominato in modo affascinante Fred Simian, è stato trasferito a un portafoglio senza nome che si credeva fosse associato a lui in cambio di 165 ETH (che ammontano a circa $300.000), secondo alcune fonti.

Il venditore, un certo Mr. Cheese, che usa @DarkWing84 su Twitter, ha inizialmente affermato di aver acquistato l’opera in buona fede, non sapendo che era stata presa da Green.

Dunque, alla fine Bored Ape #8398 sembra essere stato trasferito nuovamente nelle mani del proprietario originario, secondo i record blockchain.

I design originali Balenciaga rilasciati tramite NFT drop

Lorenzo Riva, direttore artistico di Balenciaga nei primi anni ’80, ha annunciato a luglio l’uscita della collezione NFT “Cristóbal Balenciaga: To the Moon”. I Non-Fungible Token si ispirano alla collezione Riva di 8.300 design originali e inediti dello stesso Cristóbal.

Con ‘Balenciaga to the Moon’, l’haute couture è entrato ufficialmente nel metaverso con la straordinaria eleganza del glamour anni ’50.

Mentre la moda subisce un’altra evoluzione grazie al Web3, gli utenti sono invitati ad acquistare il loro pezzo di storia. Infatti, i Non-Fungible Token di questo progetto sono stati coniati in maniera casuale tramite Mystery Box, la cui vendita è iniziata il 21 luglio 2022.

Gli NFT sono stati rivelati immediatamente.

Inoltre, i partner del progetto hanno raddoppiato le ricompense, offrendo a fortunati minter selezionati la possibilità di ricevere merchandise Balenciaga, gift card per brand di noti stilisti, e persino alcuni disegni prodotti da Cristóbal ben 70 anni fa.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store