Coin News

In un momento di cambiamento per la cultura digitale anche l'industria dei tatuaggi si affaccia sulla scena NFT

3 d ago4 min readNFT
In un momento di cambiamento per la cultura digitale anche l'industria dei tatuaggi si affaccia sulla scena NFT

I tatuaggi sono stati un fenomeno universale in tutto il mondo per migliaia di anni, trascendendo le trasformazioni culturali e i cambiamenti tecnologici. Con la sua continua evoluzione, quest'arte è entrata nello spazio dei token non fungibili (NFT) nel tentativo di mantenere la propria rilevanza in un mondo sempre più digitale.

Keith McCurdy, noto come Bang Bang nell'industria del tatuaggio, è uno degli artisti che spera di fondere l'etica della cultura del tatuaggio con le nuove tecnologie. Utilizza un nuovo tipo di inchiostro per tatuaggi riscrivibile che appare e svanisce in diverse condizioni di luce.

Bang Bang ha dichiarato che negli ultimi cinque anni gli scienziati dell'Università del Colorado hanno sviluppato un inchiostro per tatuaggi fatto di microcapsule fotocromatiche, una tecnologia soprannominata "tech tattoos" che lascia un segno che cambia colore e che viene attivato dalla luce UV, modificando così l'immagine tatuata man mano che reagisce alla luce UV. Per lui questa tecnologia è un modo per conciliare il desiderio di individualità tipico della cultura del tatuaggio con l'unicità verificabile degli NFT. A giugno ha venduto il primo tatuaggio riscrivibile come NFT 1/1 per 100 ether (ETH), ovvero quasi 100.000 $ all'epoca.

McCurdy ha dichiarato a Cointelegraph:

"La nostra identità digitale diventerà molto importante in futuro. Già oggi potrebbe essere più importante della nostra identità fisica". La personalizzazione in un mondo digitale e la definizione della propria identità è ciò che sappiamo fare meglio, e in questo esistono infiniti parallelismi e opportunità".

Un'altra azienda che sta lavorando per collegare la comunità dei tatuaggi al Web3 è Indelible, che permette ai proprietari di utilizzare i loro diritti di proprietà intellettuale disegnando nuovi tatuaggi e aggiungendoli agli NFT (profile pic) esistenti.

Mike Amoia, fondatore di Indelible, ha dichiarato a Cointelegraph:

"Gli holder di NFT cercano sempre di monetizzare o di fare cose diverse con la loro IP. E noi pensiamo che sia un modo davvero interessante di monetizzare o anche di divertirsi con la proprietà intellettuale mettendoci sopra un tatuaggio famoso".

La startup, creata otto mesi fa, ha pensato che i tatuatori dovessero essere in grado di espandere il loro lavoro al di là dei loro studi e di avere accesso a modalità illimitate di guadagno con la loro arte. "Abbiamo pensato che si trattasse di un'applicazione davvero affascinante per la cultura del tatuaggio, e volevamo farlo nel modo opposto, ovvero tatuando personaggi su persone reali. Volevamo tatuare il Web3".

Amoia, che è anche un angel investor, ha avuto l'idea due anni fa e ha deciso di finanziare la sua startup incentrata sul potenziale non sfruttato della combinazione di tatuaggi e NFT. La prima collezione di personaggi PFP del progetto sarà firmata dai tatuatori Mike Rubendall, Matt Skinny e Bj Betts.

Amoia ha dichiarato:

"Tutte le comunità dovrebbero abbracciare progetti come questo e viceversa, perché ci aiutiamo a vicenda. Il successo del mio progetto aiuta tutti gli altri, perché fa sì che sempre più persone capiscano di cosa si tratta".

Gli NFT sono oggetti digitali la cui autenticità può essere verificata su una blockchain, con caratteristiche quali l'unicità e la non intercambiabilità. Esistono diverse categorie in cui possono essere classificati, ma sono emersi soprattutto come arte, musica e videogiochi basati su blockchain. Durante la pandemia, gli NFT hanno conquistato il mondo dell'arte, con token digitali venduti dalle principali case d'asta per decine di milioni di dollari.

Entro il 2030, Verified Market Research (VMR) prevede che il mercato degli NFT crescerà fino a raggiungere un valore di 231 miliardi di dollari. Nei prossimi otto anni, si prevede che il settore crescerà ad un tasso annuo composto del 33,7%. Musica, film e sport sono tra i molti settori in cui gli NFT hanno una forte domanda.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store