Coin News

L'industria dei giochi si sta spostando verso il Web 3.0

9 min ago5 min readOther
L'industria dei giochi si sta spostando verso il Web 3.0

Oggi il gioco è uno dei settori più popolari e in rapida crescita al mondo. Con i progressi della tecnologia, i giochi sono diventati più accessibili e coinvolgenti che mai, attirando persone da tutti i ceti sociali. Secondo l'analisi dei dati di Mordor Intelligence, l'industria dei giochi ha avuto una valutazione di 198,4 miliardi di dollari nel 2021; questa cifra dovrebbe raggiungere i 339 miliardi di dollari entro il 2027 con un CAGR dell'8,94% nei prossimi cinque anni.

Nonostante la sua popolarità, questo settore in forte espansione deve ancora affrontare molte sfide, come garantire modelli di fair play e creare sistemi di pagamento efficaci. Fortunatamente, le tecnologie in arrivo, come la blockchain, stanno gradualmente risolvendo questi punti deboli. Al centro, la tecnologia blockchain introduce soluzioni decentralizzate e sicure che possono essere utilizzate per alimentare un'ampia gamma di funzioni nel settore dei giochi.

In particolare, token non fungibili (NFT); si tratta di asset digitali unici che possono essere scambiati e venduti sui mercati secondari senza interferenze di terzi. A differenza degli ecosistemi di gioco tradizionali centralizzati, gli NFT consentono ai giocatori di possedere veramente i propri oggetti virtuali e di partecipare a tornei decentralizzati con il minimo rischio di frode o manomissione. La prossima era dei giochi sarà ospitata su blockchain? Approfondiamo gli sviluppi per avere un'idea del futuro.

Web 3 è fondamentale per lo sviluppo del Metaverso

Internet ha subito diverse iterazioni da quando è stato lanciato per la prima volta nei primi anni '80; oggi siamo nell'era del Web 3.0 (web decentralizzato). Questa ultima versione di Internet è diventata un pilastro fondamentale nello sviluppo del metaverso. Coniato per la prima volta da Neal Stephenson nel suo romanzo di fantascienza del 1992 "Snow Crash", il metaverso rappresenta un ecosistema virtuale in cui gli esseri umani possono vivere e interagire come avatar programmabili.

Cosa significa questo per l'industria dei giochi? Per molto tempo, editori centralizzati come Ubisoft e Activision Blizzard sono stati i principali beneficiari dei proventi generati dall'industria dei giochi. Tuttavia, questo dominio viene gradualmente messo in discussione dai prossimi giochi Web 3.0, la cui infrastruttura fondamentale è la tecnologia NFT e il metaverso. Un recente rapporto di DApp Radar ha rivelato che il numero di giochi attivi orientati alla blockchain è raddoppiato nel 2021.

Questo ci porta al ruolo degli NFT e del metaverso nei giochi moderni. In base alla progettazione, questi due aspetti dell'ecosistema crypto sono costruiti su reti blockchain decentralizzate come Ethereum, Solana, Avalanche e Polygon. Ciò significa che i giocatori non devono passare attraverso un intermediario centralizzato per giocare a un gioco particolare. Invece, è possibile connettersi direttamente all'ecosistema blockchain e impegnarsi in un gioco a propria scelta.

I giochi nell'era del Web 3.0

Bitcoin è tra le innovazioni pionieristiche del Web 3.0 mai presentate al debutto; questo asset digitale leader non ha solo aperto la strada a ecosistemi di pagamento decentralizzati, ma anche a piattaforme di gioco. Con gli NFT e il metaverso nell'immagine, gli appassionati di giochi possono liberarsi da ambienti di gioco centralizzati che offrono solo esperienze coinvolgenti con minime opportunità di guadagnare extra dagli oggetti di gioco.

Il modello play-to-earn (p2e) risolve questa lacuna; i giocatori nell'economia del Web 3.0 sono incentivati ​​a partecipare. Ad esempio, il gioco Ignite Tournaments p2e consente ai giocatori di organizzare competizioni di eSport decentralizzate puntando il token $TENKA come quote di iscrizione. Inoltre, i giocatori possono generare entrate passive coltivando più $TENKA, mentre competono in un particolare torneo.

Ci sono anche alcuni giochi p2e in arrivo che imitano quelli di Fortnite e Call of Duty (presentano ambienti di gioco più fruibili). Una di queste innovazioni è Blast Royale; in questo gioco, 30 giocatori si affrontano in una partita di sopravvivenza "l'ultimo in piedi". Coloro che vincono vengono premiati con il token $BLST ERC-20, che consente loro di acquisire più oggetti di gioco che possono migliorare le proprie prestazioni.

Per i giocatori che potrebbero trovare un po' costoso iniziare a giocare p2e, è possibile noleggiare oggetti di gioco tramite piattaforme come Balthazar. Questa organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) offre un programma di borse di studio in cui i giocatori interessati possono accedere alle risorse necessarie per impegnarsi in giochi p2e come Axie Infinity.

Guardando avanti nell'industria dei giochi

In futuro, è probabile che la maggior parte dei giochi girerà nel metaverso. Questo spiega perché giganti della tecnologia come Microsoft e Facebook (ora Meta) hanno compiuto mosse strategiche negli ultimi mesi. Secondo Satya Nadella, CEO di Microsoft, siamo ancora nelle fasi iniziali del metaverso,

"Quando parliamo del metaverso, descriviamo sia una nuova piattaforma che un nuovo tipo di applicazione, in modo simile a come parlavamo del web e dei siti web nei primi anni '90".

Anche se potrebbero volerci alcuni anni prima che la vendita al dettaglio noti il ​​cambio di paradigma, i VC stanno già investendo molto in NFT e nel metaverso. Nel solo Q1, un totale di 2,5 miliardi di dollari è stato immesso in vari progetti. Seguendo queste tendenze, è abbastanza evidente che l'industria dei giochi di domani sarà costruita su infrastrutture Web 3.0.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store