Coin News

Justin Sun e Poloniex sostengono l'hard fork PoW di ETH

24 min ago3 min readEthereum
Justin Sun e Poloniex sostengono l'hard fork PoW di ETH

I miner di Ethereum (ETH) che temono il peggio nel caso in cui il tanto decantato passaggio alla proof-of-stake (PoS) avvenga il mese prossimo, potrebbero ricevere un'ancora di salvezza: Justin Sun e la sua piattaforma di trading di criptovalute Poloniex hanno infatti dichiarato che forniranno il supporto per una proposta di fork proof-of-work (PoW).

La rete Ethereum attualmente utilizza un protocollo PoW che consente ai miner di coniare nuovi token, ma mentre il passaggio a PoS potrebbe aiutare la causa di ETH per alcuni aspetti, lascerebbe i miner sulla rete in un luogo oscuro. I loro rig diventerebbero effettivamente inutili, a meno che non possano essere riutilizzati per il mining su altre reti.

Una soluzione a questo problema è stata proposta dal miner cinese Chandler Guo, che ha affermato che farà il fork della rete di Ethereum per creare una "versione" PoW di ETH.

In effetti, Guo è stato ottimista sulla questione nelle ultime settimane e ha suggerito di voler creare un vero rivale per una versione PoS di Ethereum.

Poloniex e Justin Sun sosterranno il fork

Sun, il fondatore di Tron (TRX), ha suggerito che sosterrà la mossa. In un tweet, ha scritto che Poloniex "ha attualmente" più di 1 milione di ETH, aggiungendo:

"Se l'hard fork di Ethereum avrà successo, doneremo alcuni ETHW biforcati alla community ETHW e agli sviluppatori per costruire l'ecosistema di Ethereum."

Poloniex, nel frattempo, ha dichiarato di essere stato il primo exchange al mondo a listare ETH e presto diventerà "il primo a supportare un potenziale fork di ETH con la quotazione di due potenziali token ETH biforcati".

In un post sul blog, l'exchange ha scritto che la sua mossa per listare entrambi i token biforcati "attenuerebbe i rischi della volatilità del mercato durante l'hard fork e salvaguarderebbe gli asset degli utenti".

Guo, nel frattempo, ha una precedente esperienza nei fork di Ethereum: è stato determinante nel sostenere la biforcazione di Ethereum nel 2016 che ha portato alla nascita del token Ethereum Classic (ETC).

Arthur Hayes, l'ex capo di BitMEX diventato saggista di criptovalute, ha affermato in un post sul blog tipicamente prolisso che Guo "è un individuo piuttosto impressionante" e ha affermato di non dubitare della "risolutezza del miner a farlo".

Inoltre, Hayes ha affermato che i miner cinesi erano dietro la spinta di Guo.

Hayes ha affermato di aver parlato con "contatti nella comunità di mining cinese" per chiedere "se c'era un vero slancio dietro un potenziale airdrop o hard fork per formare una catena di Ethereum basata sul proof-of-work".

Ha scritto:

"Un ragazzo ha detto 'assolutamente' e mi ha aggiunto a un gruppo WeChat in cui persone serie stanno discutendo del modo migliore per raggiungere questa realtà. Un altro amico ha detto che questo sta assolutamente peggiorando e Chandler lo aveva già contattato per il suo supporto.

Hayes ha anche approfondito la discussione sul fatto che un fork di Ethereum di questo tipo possa produrre un token con qualsiasi tipo di valore di mercato, scrivendo:

"Ho seri dubbi sul fatto che una catena [proof of work di Ethereum] abbia una fattibilità a lungo termine, ma per ora supponiamo che esisterà con una capitalizzazione di mercato significativamente diversa da zero per un certo numero di mesi".

Cosa più importante per i non miner che stanno ancora speculando sul fatto che la mossa proof-of-stake andrà davvero avanti il prossimo mese, Hayes ha affermato:

"Il punto più importante è che i miner non si imbarcherebbero in questo viaggio e non spenderebbero prezioso capitale politico all'interno della community se non credessero che The Merge sarebbe avvenuto nei tempi previsti."

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store