Coin News

Gli introiti giornalieri di GameStop NFT scendono sotto i 4.000$, mentre il malumore scorre nel mercato

22 Aug, 20223 min readNFT
Gli introiti giornalieri di GameStop NFT scendono sotto i 4.000$, mentre il malumore scorre nel mercato

Le entrate giornaliere sul marketplace dei token non fungibili (NFT) di GameStop sono crollate a meno di 4.000$, suggerendo che l'interesse per la piattaforma sia drasticamente diminuito dal lancio di metà luglio.

Secondo DappRadar, GameStop NFT ha generato un volume di vendite pari a circa 166.800$ nelle ultime 24 ore. Considerando che la piattaforma applica solo una commissione del 2,25% sulle vendite, le sue entrate equivalgono a soli 3.753$.

I dati limitati di DappRadar su GameStop sembrano confermare che le cifre siano effettivamente diminuite a circa 2.000$, dato l'aumento del volume di scambi del 91,23% nell'ultimo giorno.

Le ultime cifre segnalano un calo significativo rispetto al primo giorno di attività, il 13 luglio, che riporta un volume di 1,98 milioni di dollari, pari a circa 44.500$ di commissioni.

Al momento della stesura, il progetto HyperViciouZ su GameStop ha generato il maggior volume di vendite nelle 24 ore, pari a 29,78 Ether (ETH), o circa 47.841$. In confronto, il progetto più venduto su OpenSea nello stesso lasso di tempo è Pudgy Penguins con 860,8 ETH scambiati, pari a 1,37 milioni di dollari.

Il settore ne risente

Ultimamente, GameStop non è l'unico player del settore NFT in difficoltà. Secondo NFT Price Floor, il floor price di Bored Ape Yacht Club (BAYC) è sceso di ben il 19% da inizio agosto, attestandosi a 68,48 ETH, pari a 109.900$, mentre il floor price del Mutant Ape Yacht Club (MAYC) è sceso del 28,6% a 11,2 ETH, pari a 17.986$.

Dai massimi storici di BAYC e MAYC, rispettivamente 153,5 e 41,2 ETH a maggio ed aprile, i floor sono scesi rispettivamente del 55% e del 72%.

La scorsa settimana gli analisti NFT hanno avvertito che 55 milioni di dollari di NFT blue chip erano a rischio di liquidazione su BendDAO.

La piattaforma BendDAO consente agli utenti di depositare i propri NFT e di ottenere prestiti in ETH a fronte del floor price dei propri asset. I prestiti ammontano a circa il 30-40% del floor degli NFT depositati. Tuttavia, se il prezzo dell'asset scende tanto da far eguagliare il prestito al 90% del floor price, il depositante ha 48 ore per ripagare il prestito ed evitare che il suo NFT venga liquidato e rivenduto tramite asta.

La piattaforma considera tale soglia come un indicatore di salute, secondo il quale un punteggio inferiore ad uno fa scattare la procedura di liquidazione dell'NFT. La settimana scorsa si contavano almeno 20 prestiti attivi con NFT di BAYC e diversi di MAYC con un indicatore di salute prossimo a 1,01.

Al momento della stesura, due NFT di BAYC sono stati liquidati questa settimana e messi all'asta, mentre 10 sono attualmente a livelli da 1,01 a 1,06. Questa settimana il numero dei prestiti in pericolo sono la metà, il che suggerisce che la situazione sia, malgrado tutto, migliorata.

Relativamente ai prestiti a fronte di NFT di MAYC, attualmente se ne contano 14 in grave pericolo di liquidazione, con indicatori di salute da 1,01 a 1,03. Di recente, altri 13 sono stati messi all'asta su BendDAO.

Questo mese, anche il floor price di altri progetti NFT di rilievo, come CryptoPunks, ha subito una discreta flessione. Nonostante l'impennata da 68,3 ETH del 1° agosto ai 77,4 ETH del 4, il floor price di CryptoPunk ha corretto a 66,45 ETH, pari a 106.518$.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store