Coin News

FTX condannata a pagare le spese di rimborso alle autorità di regolamentazione delle Bahamas

1 h ago2 min readRegulation
FTX condannata a pagare le spese di rimborso alle autorità di regolamentazione delle Bahamas

Le problematiche di FTX, crypto exchange in bancarotta, continuano ad aumentare di giorno in giorno: l'ultima arriva dalle Bahamas, un tempo sua sede principale.

La Corte Suprema delle Bahamas ha emesso un'ordinanza a favore della Securities Commission il 21 novembre, ordinando all'exchange in difficoltà di pagare le spese di rimborso all'autorità di regolamentazione per la detenzione dei suoi asset digitali, a seguito della dichiarazione di bancarotta dell'11 novembre.

Il 12 novembre, la Corte Suprema ha posto gli asset digitali di FTX sotto la supervisione della Securities Commission. La commissione, nella sua nota pubblica, ha riconosciuto la sentenza, sottolineando che tutti i rimborsi saranno effettuati a fronte dell'approvazione della Corte Suprema. La dichiarazione ufficiale ottenuta da Cointelegraph recita:

"L'ordine ottenuto oggi conferma che la Commissione ha il diritto di essere indennizzata ai sensi di legge e che FDM dovrà in ultima analisi sostenere i costi sostenuti dalla Commissione per salvaguardare tali asset a beneficio dei clienti e dei creditori di FDM, in modo analogo agli altri normali costi di amministrazione degli asset di FDM a beneficio dei suoi clienti e creditori".

Anche i servizi di custodia di asset digitali della Bahamian Securities Commission per FTX hanno alimentato le ipotesi di un possibile complotto, suggerendo che la commissione fosse dietro l'hack di diversi wallet di FTX. Tuttavia, gli schemi di trasferimento dei fondi del black hat prevedevano tecniche di riciclaggio di denaro, il che eliminerebbe le possibilità che fosse stato un ente governativo.

La dichiarazione di bancarotta di FTX ha messo in luce diversi buchi finanziari nel bilancio dell'exchange fallito. La piattaforma deve attualmente 3 miliardi di dollari a 50 dei suoi maggiori creditori, mentre l'elenco totale dei creditori potrebbe superare il milione.

John Ray III, che ha supervisionato la procedura di bancarotta della Enron, è stato nominato nuovo CEO ad interim di FTX e non si è trattenuto durante la presentazione del Chapter 11. Ha descritto la situazione come la peggiore che abbia mai visto durante la sua carriera, sottolineando il "completo fallimento dei controlli aziendali" e l'assenza di informazioni finanziarie affidabili.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store