Coin News

Fidelity vuole aggiungere il trading di Bitcoin per i singoli investitori

13 Sep, 20223 min readBitcoin
Fidelity vuole aggiungere il trading di Bitcoin per i singoli investitori

Fidelity sta pensando ad un piano per implementare il trading di Bitcoin sulla sua piattaforma di brokerage.

In arrivo il trading di Bitcoin sulla piattaforma di brokerage di Fidelity

Si parla della quarta società di investimento e gestione di fondi comuni e pensionistici al mondo.

Gestisce un patrimonio complessivo pari a 4,5 triliardi di dollari e vanta 34 milioni di investitori retail. Due fattori decisamente importanti che hanno portato Fidelity ad espandere la propria offerta di servizi finanziari nel mondo delle criptovalute. Ora è il turno del trading di Bitcoin dedicato ai singoli investitori e la società ha già un piano per farlo.

Fidelity is weighing a plan to allow individual investors to trade #bitcoin on its brokerage platform– WSJ— Blockworks (@Blockworks_) September 12, 2022

Come già accennato, la compagnia con sede a Boston da un fatturato di 24 miliardi di dollari, non è nuova al settore crypto.

Grazie alla visione del suo CEO, Abigail Johnson, Fidelity è stata una delle prime realtà della finanza tradizionale a sostenere le criptovalute e la tecnologia a loro sottostante, la blockchain.

Cronistoria della relazione tra Fidelity e le criptovalute

Nel 2015 ha avviato l’attività di Bitcoin mining, consentendo ai clienti retail di tenere traccia dei loro investimenti attraverso un link a Coinbase.

Agli inizi del 2018, ha permesso ai propri clienti aziendali di aggiungere gli asset digitali ai piani pensione che gestiva per loro. Poco più tardi, sempre durante lo stesso anno, Fidelity ha intrapreso il business del Bitcoin trading, offrendolo inizialmente ad hedge fund ed altri investitori istituzionali.

Due anni fa, nel 2020, ha aperto il proprio fondo crypto per i clienti più facoltosi.

Arrivando all’anno corrente, poco dopo la metà di aprile 2022, Fidelity ha annunciato ai clienti retail la possibilità di allocare parte dei loro risparmi depositati nei piani pensionistici in Bitcoin.

Questo tipo di investimento verrà gestito come nel caso di un tradizionale fondo comune e persino i dipendenti potranno decidere di destinare una percentuale dei loro fondi pensione in BTC.

La percentuale, per evitare di esporli ai rischi dell’elevata volatilità del mercato, sarà limitata, e la commissione sarà compresa tra lo 0,75% e lo 0,90% del totale delle risorse dedicate agli asset digitali.

Michael Saylor, quando era ancora CEO di MicroStrategy, ha subito rivelato il suo entusiasmo con un tweet:

MicroStrategy looks forward to working with @DigitalAssets to become the first public company to offer their employees the option to invest in bitcoin as part of our 401(k) program.— Michael Saylor (@saylor) April 26, 2022

La decisione, però, non ha destato molto consenso agli occhi dei due senatori Elizabeth Warren del Massachusetts e Tina Smith del Minnesota, che in una lettera indirizzata ad Abigail Johnson, hanno espresso grande preoccupazione.

Le due senatrici democratiche, infatti, sostengono che le criptovalute potrebbero essere un investimento troppo rischioso per chi alloca in tal modo parte delle risorse dedicate ai propri fondi pensione.

L’ultima news di Fidelity

Fidelity non ha ancora condiviso i prossimi piani con i suoi clienti.

Di sicuro, però, una società di investimenti di tale portata contribuirà ad avvicinare il mondo degli asset digitali alla massa, facilitandone l’accesso e l’utilizzo.

Si tratta ancora di una tecnologia a molti sconosciuta, in quanto relativamente nuova e complessa sotto molti punti di vista.

Il mercato ha bisogno di questo tipo di servizi e l’introduzione del trading di Bitcoin da parte di Fidelity per gli investitori retail, spianerà di certo la strada verso la tanto acclamata adozione di massa.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store