Coin News

Fed: "Ora capiamo quanto poco sappiamo dell'inflazione"

30 Jun, 20223 min readOther
Fed: "Ora capiamo quanto poco sappiamo dell'inflazione"

Il presidente della Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti, Jerome Powell ha affermato che gli attuali livelli elevati di inflazione sia negli Stati Uniti che in Europa hanno offerto ai banchieri centrali l'opportunità di "capire meglio quanto poco sappiamo dell'inflazione".

Parlando al Forum della Banca centrale europea (BCE) sulle banche centrali in Portogallo, Powell ha ammesso nei suoi commenti che le banche centrali durante e prima della pandemia di COVID-19 non comprendevano appieno l'inflazione e le cause.

Gli attuali livelli di inflazione non sono stati previsti dagli economisti

Powell ha affermato che gli attuali livelli elevati di inflazione non sono stati previsti dagli economisti e dai modelli che hanno utilizzato, che secondo lui erano in gran parte basati sulla curva di Philips.

Secondo Powell, quasi tutti i meteorologi si aspettavano un livello di inflazione inferiore al 4% per lo scorso anno. Tuttavia, utilizzavano tutti lo stesso modello di curva Philips, che secondo lui "semplicemente non era in grado di produrre un'inflazione elevata".

Siamo stati in un mondo in cui l'inflazione non era un problema, ma le cose sono cambiate dopo la pandemia, ha detto Powell, osservando che abbiamo avuto una "serie di shock dell'offerta", che alla fine hanno portato a "un'inflazione molto alta. "

Inoltre il presidente della Fed ha aggiunto che a peggiorare le cose, la guerra in Ucraina ha "aggiunto tremendamente" alle pressioni inflazionistiche sui prodotti alimentari ed energetici.

"Comprendiamo meglio l'inflazione, ma non completamente"

Lo stesso punto di vista è stato condiviso anche da Agustín Carstens, Direttore Generale della Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI), il quale ha affermato durante la stessa discussione che le banche centrali non comprendono ancora appieno l'inflazione.

"Comprendiamo meglio l'inflazione, ma non completamente", ha detto Carstens.

Commentando come la Fed ora lavorerà per riportare l'inflazione al ribasso, Powell ha chiarito che sebbene "possiamo influenzare il lato della domanda, non possiamo influenzare il lato dell'offerta, davvero".

Powell ha inoltre affermato che la crescita dovrà "moderarsi" affinché l'inflazione scenda, e ha affermato che questo è ciò che la Fed sta cercando di ottenere con i suoi aumenti dei tassi di interesse. Inoltre, Powell ha affermato che la Fed "speranza che la crescita possa rimanere positiva", sebbene abbia ammesso che c'è il rischio che non lo faccia.

"Certo, c'è il rischio che andremo troppo oltre", ha detto a proposito degli aumenti dei tassi della Fed, prima di aggiungere che "non riuscire a ripristinare la stabilità dei prezzi" sarebbe un errore ancora più grande da fare.

Tuttavia, Powell è rimasto ottimista sul fatto che potrebbe essere possibile ridurre rapidamente l'inflazione, facendo affidamento sulle stesse forze che l'hanno portata rapidamente al rialzo.

Ha detto che la domanda di cose come le automobili è andata "dritta" durante la pandemia in parte, perché le persone non volevano usare i mezzi pubblici, mentre le case automobilistiche non producevano abbastanza nuove auto. Powell ha affermato che ciò ha portato a enormi aumenti dei prezzi, prima di aggiungere che "in linea di principio, almeno, quel processo può anche funzionare al contrario".

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store