Coin News

Dolce & Gabbana su Decentraland! | Al via la nuova collezione

4 d ago4 min readOther
Dolce & Gabbana su Decentraland! | Al via la nuova collezione

Nuova collezione Dolce & Gabbana in arrivo, ancora una volta su metaverse, da indossare nei più esclusivi dance party on chain. Gli eclettici stilisti italiani sembrano averci preso gusto, e confermano Decentraland come terra elettiva per lanciare le proprie creazioni virtuali.

Dopo gli esordi alla Metaverse Fashion Week, la maison italiana torna a sfruttare le potenzialità dei Non Fungible Token per l’ennesima dimostrazione di quanto il comparto del lusso sia sempre più legato a quello delle criptovalute.

Un intermediario che ci offre anche la possibilità di investire con il CopyTrader per copiare i più bravi e anche per spiare le loro mosse direttamente sul mercato. Così come abbiamo anche gli Smart Portfolios, alcuni dei quali dedicati proprio al mondo dei metaverse. Con 50$ di minimo di investimento passiamo invece al contro reale.

Indice pagina

  • 1 .Dolce & Gabbana mattatori del mondo NFT
  • 1.1 .Eccoci con Disco Drip
  • 1.1.1 .Non solo Dolce & Gabbana
  • Dolce & Gabbana mattatori del mondo NFT

    Ci risiamo. Domenico Dolce e Stefano Gabbana sembrano averci preso gusto e tornano su Decentraland dopo i primi approcci risalenti all’inverno passato, e su cui torneremo tra poco. Prima però riavvolgiamo il nastro per arrivare al 1985, anno in cui viene alla luce la prima collezione firmata a quattro mani dal palermitano e dal milanese.

    Siamo all’interno della Milan Fashion Week, e i due, all’epoca poco più che squattrinati, allestiscono lo stand che li rappresenta con mezzi di fortuna e rinunciando alle costosissime modelle per mostrare le proprie creazioni. Qualche manichino, un lenzuolo a delimitare l’area e via alla conquista dell’alta moda.

    Tappe obbligate per chi sceglie di fare business in Italia, propedeutiche per l’ovvia trasposizione di capitali e sede legale all’estero: il brand ha oggi sede in Lussemburgo, e vanta un fatturato di circa un miliardo e mezzo di euro, se le stime a cui abbiamo accesso sono veritiere.

    Ma a noi tali dettagli interessano poco: l’excursus ci serve per inquadrare i soggetti che ci ritroviamo di nuovo a raccontare, eclettici e iperattivi interpreti del design e del savoir faire squisitamente italiano, e che trova sbocco nell’ennesima collezione NFT di cui parliamo oggi.

    Eccoci con Disco Drip

    Si chiama Disco Drip la linea di indossabili virtuali presentata dai nostri eroi e destinata a vestire i più stilosi avatar nel metaverso di Decentraland. Una collezione disponibile su OpenSea e proposta a prezzi tutto sommato abbordabili, considerando il blasone del marchio.

    Welcome to the Metaverse @dolcegabbana Dolce & Gabbana Disco Drip Collection available on OpenSea #DigitalFashion #wearableaddiction #metaverse Hair by @Doki3D Sunnies by @edolena_crypto — Tangpoko (@tangpoko) August 30, 2022

    Abbiamo dato un’occhiata alla vetrina che il marketplace ha dedicato ai due stilisti: le creazioni partono da un minimo di 0.03 fino a superare i 18 Ethereum per il modello di punta, di un tamarro che Prince scansati, ma che potrà essere indossato su più piattaforme, non solo in Decentraland.

    Note di colore a parte, la funzionalità è interessante perché a quanto pare è stata studiata di concerto da UNXD e Decentraland, binomio che ha accompagnato quello di Dolce & Gabbana nella sua prima assoluta sulle passerelle on chain della Metaverse Fashion Week.

    Una prima che dev’essere piaciuta ai nostri eroi e al mondo del fashion in generale, col brand pronto a raccogliere i 3,5 milioni di dollari che SKNUPS non ha esitato a investire per capitalizzare in ambito NFT e alta moda.

    Non solo Dolce & Gabbana

    Una storia che oggi prosegue con l’operazione Disco Drip, e che ci offre una conferma di quanto il comparto delle criptovalute sia sempre più appetibile a quello del lusso, che non smette di investire in tempi di crisi tanto per la scena DeFi quanto per i mercati tradizionali.

    Tra i tanti casi citiamo quello di Jacob & Co che dedica a Bitcoin una collezione di orologi celebrativi della criptovaluta per eccellenza, oppure Gucci che apre ai pagamenti in criptovalute nei suoi negozi fisici, con Apecoin che di recente si è aggiunta alla lista degli asset digitali accettati per gli acquisti in store.

    Del rapporto tra metaverse, investimenti e cripto ne abbiamo parlato ieri con Manuela Manor, regional manager di eToro, che ci ha confermato tra le altre cose il grande attaccamento degli italiani a questo tipo di asset. Segno del fatto, e lo diciamo da tempo su Criptovaluta.it, che questo mondo, anzi questi mondi sono qui per rimanere.

    Source

    Subscribe to get our top stories

    Coin News
    App StoreApp Store