Coin News

Crypto.com: accordo con la città di Busan | Arriva il MoU

27 Oct, 20222 min readOther
Crypto.com: accordo con la città di Busan | Arriva il MoU

Crypto.com continua, anche in una fase di bear market, a cercare di allargare i suoi scopi e le sue collaborazioni. Ultimo in ordine temporale è quello con la città di Busan, con la quale è stato firmato un Memorandum of Understanding che contiene diverse interessanti chicche per quello che sarà almeno in parte il futuro del comparto.

Un accordo che punta all’allargamento e all’implementazione più capillare del mondo legato alla blockchain, passando per uno dei suoi player più importanti a livello globale. Qualcosa che ci permette di essere ottimisti anche in una fase di bear market e di prezzi che non sono entusiasmanti. Sono quelle fasi però che possono garantire maggiore tranquillità anche allo sviluppo.

Abbiamo anche accesso al mondo dei rendimenti passivi, grazie a quanto viene offerto dal Supercharger e anche dallo staking. Un intermediario che è tra i più gettonati anche per i tanti servizi aggiuntivi che abbiamo a disposizione utilizzandolo.

Crypto.com stringe accordi a Busan

È stato firmato un accordo, quello che in inglese viene chiamato Memorandum of Understanding che è stato commentato anche sul sito ufficiale di Crypto.com, dal quale riportiamo un estratto tradotto.

La città di Busan sta facendo grandi sforzi per diventare un hub globale di innovazione e siamo felici di essere partner e supportare tali sforzi. Ci sono opportunità concrete per avere un impatto enorme nell’avanzare il potenziale delle tecnologie blockchain a Busan e oltre e siamo proti a collaborare sfruttando anche la nostra rete di relazioni e il nostro expertise nel realizzare questo potenziale.

Questo è il commento di Eric Anziani, che è COO di Crypto.com e che è intervenuto a specificare il contenuto dell’accordo e anche le motivazioni che l’hanno portato a scegliere questo tipo di partnership.

Cosa ci sarà nella partnership?

In realtà molto dato che Crypto.com si impegnerà non solo ad avere una presenza nella città, ma anche a portare tecnologia, esperienze, programmi educativi e ricerca. Cose che possono fare anche da banco di prova per le applicazioni su blockchain relative a servizi cittadini.

Dall’altro lato va sicuramente valutata con positività l’espansione di Crypto.com in Corea del Sud, paese da sempre molto aperto alle tecnologie blockchain e dove la popolazione ha già una certa dimestichezza con il mondo cripto. Una dimestichezza che verrà ora messa sul banco di prova con la collaborazione tra una città importante con Busan e un exchange cripto di primissima fascia.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store