Coin News

Crypto Exchange in FALLIMENTO | Il comunicato di Criptovaluta.it

9 Nov, 20223 min readOther
Crypto Exchange in FALLIMENTO | Il comunicato di Criptovaluta.it

Questa è forse la comunicazione più importante della nostra storia recente. Criptovaluta.it ha vissuto un anno fantastico nel 2022, nonostante un mercato avido di soddisfazioni per tutti. Il 2022 verrà ricordato come l’anno nel quale siamo diventati testata ufficialmente registrata, così come l’anno che ci ha garantito importanti riconoscimenti da parte della stampa nazionale e internazionale.

Criptovaluta.it è costantemente al lavoro per offrire ai propri lettori un’esperienza migliore in termini di informazione, comprensione dei mercati cripto e degli intermediari che operano in questo spazio.

Alla luce degli ultimi eventi che hanno colpito FTX diventa pertanto necessario per noi prendere una decisione drastica ma necessaria. Con eccezioni che andremo a spiegare all’interno di questo comunicato, riteniamo necessaria un’ulteriore scrematura degli exchange di criptovalute e degli intermediari che offrono accesso a questo mercato.

Indice pagina

  • 1 .Proof of Reserves criterio imprescindibile
  • 1.1 .Il periodo di grazia
  • 1.2 .Alternative alla Proof of Reserves
  • 1.3 .Questione piattaforme di trading
  • 1.4 .Soluzioni non custodial
  • 1.5 .Come comportarsi nel durante
  • 1.5.1 .Nuovi aggiornamenti a breve
  • Proof of Reserves criterio imprescindibile

    FTX ha chiuso i battenti nel giro di 24 ore e ha sconvolto un mercato già in enorme sofferenza. Non ci interessa il prezzo di Bitcoin o delle altre criptovalute, ma che i nostri utenti che leggono le nostre recensioni e i nostri consigli siano certi di affidarsi ad intermediari che offrono il massimo livello di sicurezza.

    Per quanto si tratti di una soluzione imperfetta, riteniamo che la Proof of Reserves – se implementata correttamente dagli exchange – possa essere comunque un segnale forte da parte degli intermediari per garantire i depositi dei clienti e il fatto che siano sempre disponibili.

    Per questo motivo nei prossimi giorni saranno eliminati e comunque non più consigliati:

  • Exchange che non offrono Proof of Reserves o che non hanno indicato chiaramente un percorso per l’implementazione di tale tecnologia;
  • Exchange i cui attivi sono costituiti in modo importante e al meglio della nostra conoscenza da token di propria emissione.
  • Saranno previste delle eccezioni, momentanee e non, che andremo a spiegare al fine di rendere la nostra traiettoria il più possibile chiara.

    Il periodo di grazia

    Riconosceremo a tutti gli exchange che hanno trovato ospitalità sulla nostra testata un periodo di grazia di 14 giorni prima di prendere posizione su tale problematica.

    Il periodo è da considerarsi operativo dalla data di pubblicazione di questo comunicato.

    Alternative alla Proof of Reserves

    Riteniamo che sia valido un audit di terze parti riconosciute come autorevoli nel settore e non o altri di controlli ai quali, ad esempio, devono sottoporsi i soggetti quotati in borsa.

    In ulteriore alternativa riteniamo, in assenza di altri problemi, validi quegli operatori che siano sottoposti a sufficiente scrutinio da parte delle autorità preposte nell’ambito dell’Unione Europea.

    Questione piattaforme di trading

    Nessuna di queste presenta un rischio per i depositi dei clienti e non hanno pertanto bisogno di essere sottoposte allo stesso vaglio.

    Soluzioni non custodial

    Per offrirvi la migliore esperienza possibile, il nostro staff analizzerà le diverse soluzioni presenti sul mercato al fine di offrire una scelta sicura e ampia.

    Come comportarsi nel durante

    Il mercato delle criptovalute e i suoi operatori stanno vivendo un momento di grave crisi e tutti sono sospetti, nessuno escluso. Consigliamo ai nostri lettori di detenere le proprie criptovalute su wallet propri e al tempo stesso di evitare qualunque tipo di acquisto di token che siano legati ad exchange.

    Nuovi aggiornamenti a breve

    Vi aggiorneremo il prima possibile sulle nostre decisioni in relazione agli operatori che continueranno a fare parte della nostra selezione.

    Source

    Subscribe to get our top stories

    Coin News
    App StoreApp Store