Coin News

Comprare casa? Si, con Bitcoin però! | Grandi acquisti in quel di Porto Rico

31 Aug, 20223 min readBitcoin
Comprare casa? Si, con Bitcoin però! | Grandi acquisti in quel di Porto Rico

Ennesima compravendita immobiliare in Bitcoin, questa volta a Porto Rico a opera di un facoltoso imprenditore del settore e trader di criptovalute. Lo stabile in vendita è una faraonica costruzione appena fuori San Juan, capitale dell’isola.

La dimora vanta una vista mozzafiato sulla valle di Guaynabo, finiture di lusso, spazio esterno e interno a non finire, ma soprattutto la fortunata ubicazione in uno dei paradisi fiscali più rinomati del pianeta. Wallet permettendo, acquistando la proprietà si può diventare anche vicini di casa di Peter Schiff, in una sorta di legge del contrappasso per uno dei più acerrimi nemici di Bitcoin.

Possiamo infatti utilizzarlo per fare trading automatico con il CopyTrader, sistema 1 click per fare la copia delle posizioni dei più bravi oppure semplicemente per spiarle in tempo reale. E potremo anche operare su panieri che accorpano a Bitcoin altri asset del settore grazie ai popolari Smart Portfolios. Con 50$ accediamo al conto reale.

Ancora Bitcoin a Porto Rico

Porto Rico è la più piccola isola di quelle che compongono l’arcipelago delle Grandi Antille. Rinomata destinazione turistica per esotiche e dispendiose serate caraibiche, l’isola è territorio americano non incorporato.

Quanto basta per generare un’interssante mix di paesaggi mozzafiato, un regime fiscale lieve come le giornate di sollazzo a base di amaca e aragoste locali, e il raffinatissimo senso del gusto tipicamente statunitense.

Gusto che trova massima espressione nella proprietà che un imprenditore immobiliare locale ha messo in vendita in Bitcoin: 2 piani, 5 camere da letto, 7 bagni (poi qualcuno ci spiegherà come mai gli americani hanno sempre più bagni che camere da letto), un lussureggiante e sconfinato giardino esterno e finiture di pregio, a due passi da San Juan.

Il contrappasso per Peter Schiff

A lui, feroce detrattore di criptovalute e Bitcoin in particolare, avevamo in quell’occasione consigliato di passare al lato oscuro per uscire dal giogo nel quale era finito per un caso di controverse gestioni di cassa. Libero da intermediari e regolatori, avrebbe magari potuto permettersi la sontuosa villa da 7 bagni dove poter sfogare ire e intestine lotte contro i demoni di DeFi e crypto asset.

E invece no: con Peter Schiff fuori dai giochi la proprietà è ancora in vendita, secondo un paradigma che ormai non suscita più scalpore. Compravendite immobiliari in Ethereum, Bitcoin e altre criptovalute sono ormai prassi consolidata in tutto il mondo, dal Canada fino a raggiungere le lontane sponde della Nuova Zelanda, dove Altar Peni ha capitalizzato una situazione di stallo del proprio business per puntare tutto sull’imminente, si spera, ripresa dei mercati.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store