Coin News

Il collasso di FTX e di Sam Bankman-Fried potrebbero essere un bene per le criptovalute

Right now5 min readRegulation
Il collasso di FTX e di Sam Bankman-Fried potrebbero essere un bene per le criptovalute

"Mai nella mia carriera ho assistito a un tale fallimento dei controlli aziendali, e ad una così completa assenza di informazioni finanziarie affidabili," ha affermato giovedì il nuovo CEO di FTX, John Ray III. "Integrità dei sistemi compromessa, supervisione normativa all'estero fallace, concentrazione del potere nelle mani di un gruppo ristretto di individui con poca esperienza e integrità morale: questa situazione è senza precedenti."

Ray, che ha supervisionato il fallimento di Enron nel 2001, è divenuto il nuovo CEO di FTX poco dopo le dimissioni del fondatore Sam Bankman-Fried. Ha assolutamente ragione sul fatto che il collasso dell'azienda è stato causato dalla quali totale assenza controlli aziendali, ma purtroppo questa situazione è tutt'altro che senza precedenti: a meno che qualcosa non cambi nel settore, continuerà ad accadere.

Ecco perché il collasso dell'exchange potrebbe in realtà rivelarsi vantaggioso per le criptovalute, nel lungo termine: sebbene abbia contribuito a macchiare la reputazione del settore, la saga di FTX rappresenta l'occasione perfetta per trasformare lo status quo prima che sia troppo tardi — vale a dire, prima che l'avidità e la negligenza mettano in ginocchio l'intera industria crypto.

In sostanza, casi come quelli di FTX sono una bomba a orologeria pronta ad esplodere: più a lungo vengono lasciati incontrollati, maggiore è il danno che possono causare. In fondo sarebbe bastato dare un'occhiata alla valutazione di FTX, che a febbraio di quest'anno ammontava a ben 32 miliardi di dollari: più del Nasdaq, di Credit Suisse o di Robinhood. Di tale cifra, la fortuna personale di Bankman-Fried era di 16 miliardi di dollari. Come disse egli stesso, "a volte la vita ti coglie di sorpresa;" beh, a volte anche le conseguenze delle tue azioni.

Ora, il Dipartimento di Giustizia e la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti stanno indagando sul collasso dell'azienda. Anche il Dipartimento per la Protezione e l'Innovazione Finanziaria della California (DFPI) sta aprendo un'indagine, così come le autorità delle Bahamas. Gli esperti suggeriscono che l'uso da parte di FTX del denaro dei clienti potrebbe costituire frode o appropriazione indebita. Vi è anche una class action secondo la quale "lo schema fraudolento di FTX è stato progettato per trarre vantaggio da investitori non sofisticati" i quali "hanno sostenuto complessivamente una perdita di oltre 11 miliardi di dollari."

Ciò dimostra l'importanza di esaminare il background e le finanze di un'azienda, crypto o meno, prima — e non dopo — che possano diventare più grandi del Nasdaq. La due diligence può aiutare a differenziare fra ottimi investimenti e pessime idee, fra progetti crypto promettenti e palesi truffe. E no, "Bankman-Fried era sulla copertina di Fortune Magazine quindi era un nome importante" non è considerabile due diligence. Ci siamo tutti lasciati fregare:

"Ho appena parlato con un LP in diversi fondi crypto. Quando ho chiesto perché la due diligence su FTX è stata così pigra, ha sostanzialmente risposto: 'è finito sulla copertina di Fortune Magazine, era un pezzo grosso.'Prevedo parecchie cause legali, e la chiusura di molti fondi d'investimento."

Just spoke with an LP in several crypto funds: he said when he asked funds why they did “lazy” DD on FTX, they responded basically “he was on the cover of Fortune Magazine. He was a big name.”There’s going to be a lot of lawsuits. And a lot of funds will shutter.— Frank Chaparro (@fintechfrank) November 13, 2022

Bankman-Fried potrebbe anche essere finito sulla copertina di Fortune, ma ha dimostrato di essere un leader incompetente e incapace. Non era altro che un imbroglione. In una recente intervista su Vox, ha ammesso che "tutta la roba etica" — ovvero la sua filosofia basata sulla filantropia e sull'altruismo — era soltanto una copertura, un modo per migliorare la sua reputazione.

"Mi dispiace per coloro che si sono lasciati fott*re," ha affermato durante l'intervista. Difficile credere che si tratti di una sua reale dichiarazione:

"Vox: Quindi, tutta la roba etica... era una copertura? Le persone ti amano se vinci e ti odiano se perdi, è così che funziona?SBF: Sì. Non funziona *esattamente* così, ma la sostanza è più o meno questa. La situazione peggiore è quando perdi e appari anche losco agli occhi del pubblico; la migliore è quando vinci e... non so, qualcos'altro. Perdere ma sembrare onesti è ovviamente un male, ma non così terribile.Vox: Quindi parlavi molto di etica, nonostante vedessi tutto questo come un gioco con vincitori e vinti?SBF: Ahah, è vero. Ho dovuto farlo. È così che si costruisce una reputazione, entro certi limiti. Mi dispiace per coloro che si sono lasciati fott*re da questo stupido gioco di noi occidentali: se diciamo le parole giuste, tutti ci ameranno."

Quindi, che si fa ora? Impedire che un simile incidente possa ripetersi.

Sapendo ciò che sappiamo ora, è fondamentale che l'industria nel suo insieme conduca un'indagine approfondita ed elimini le mele marce: non possiamo permettere che accada un altro FTX, il settore non sopravviverebbe.

L'industria dovrebbe dare più spazio a progetti innovativi e affidabili, consentendo di prosperare a chi merita davvero e tagliando fuori i truffatori prima che abbiano la possibilità di mietere vittime. Bisogna portare il concetto di criptovaluta al suo significato originale: dovremo lavorare sodo per cambiare il punto di vista del pubblico, per rendere nuovamente "crypto" sinonimo di affidabilità e sicurezza.

L'ecosistema delle criptovalute si trova a un bivio: dovrà innovare, regolamentare, revisionare e ricominciare. In caso contrario, fallirà. La saga di FTX rappresenta un segnale chiaro, è ora di compiere una scelta.

È vero che il collasso di FTX è stato uno shock per molti: appassionati, investitori, legislatori e crypto-curiosi, ha sconvolto tutti allo stesso modo. Ma, paradossalmente, potrebbe essere stato ciò di cui questo settore aveva realmente bisogno. Solo il tempo lo dirà, il mondo ci osserva.

Questo articolo ha scopo puramente informativo, non deve essere considerato un consiglio legale o d'investimento. Le opinioni qui espresse appartengono unicamente all'autore e non rispecchiano necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store