Coin News

Il CEO della United Texas Bank vuole "limitare l'emissione di stablecoin sostenute dal dollaro alle banche"

20 Aug, 20223 min readAltcoins
Il CEO della United Texas Bank vuole "limitare l'emissione di stablecoin sostenute dal dollaro alle banche"

Scott Beck, CEO della United Texas Bank, ha invitato i membri del gruppo di lavoro statale sulla blockchain a raccomandare una linea politica che lasci le stablecoin alle banche piuttosto che alle società di criptovaluta.

Parlando davanti al Texas Work Group on Blockchain Matters, ad Austin, venerdì scorso, Beck ha suggerito di limitare l'emissione di stablecoin, garantite dal dollaro americano, alle banche autorizzate anziché a emittenti come Circle.

Il CEO della United Texas Bank ha citato un rapporto di novembre del President's Working Group on Financial Markets, in cui il gruppo ha dichiarato che gli emittenti di stablecoin dovrebbero essere tenuti a rispettare gli stessi standard degli istituti di deposito assicurati, comprese le banche statali e federali.

"Se le stablecoin sono definite come "denaro", le banche sono gli attori economici più adatti a emettere e gestire queste monete", ha dichiarato Beck. "Le banche hanno le competenze e il quadro giuridico per gestire il denaro e, a differenza degli attuali attori delle stablecoin, sono altamente regolamentate sia a livello statale che federale".

E ha aggiunto:

"Portare le attività relative alle stablecoin nel settore bancario e proibire ai non-bank di emettere monete migliorerà la protezione dei consumatori e attirerà ulteriori risorse e capitali in questo settore emergente."

In risposta alle domande di Robert Villaseñor, consigliere generale di MoneyGram e membro del gruppo di lavoro, Beck ha affermato che gli emittenti di stablecoin come Circle detenevano beni presso "altre istituzioni", a differenza delle banche, "succhiando di fatto i depositi dal settore bancario".

Ha aggiunto che alcune stablecoin sono particolarmente vulnerabili all'assalto agli sportelli, minacciando potenzialmente l'economia nel caso in cui il mercato raggiunga una certa dimensione, e che lasciare l'emissione alle banche garantisce il rispetto delle regole del Know Your Customer.

Lee Bratcher, presidente del Texas Blockchain Council e presente all'udienza, ha contestato la proposta di Beck definendola "anticoncorrenziale". Il CEO della banca ha risposto che una delle differenze principali tra le banche autorizzate e le società private che emettono stablecoin è che per le prime il contante dietro i token rimarrebbe "sitting at the Fed", garantendo anche che i fondi siano assicurati dalla FDIC.

La stablecoin di Circle, peggata al dollaro, è presumibilmente sostenuta al 100% da contanti o equivalenti, tra cui depositi bancari, buoni del Tesoro o commercial paper. L'emittente della stablecoin ha annunciato a marzo che l'istituto finanziario BNY Mellon sarà responsabile della custodia delle sue riserve di USDC — al momento della pubblicazione sono in circolazione più di 52 miliardi di monete.

Il Texas Work Group on Blockchain Matters è stato ufficialmente costituito nel settembre 2021 in seguito all'approvazione del House Bill 1576. Secondo il sito web del gruppo, la sua missione comprende lo sviluppo di un quadro "per l'espansione dell'industria blockchain in Texas e la raccomandazione di politiche e investimenti statali in relazione alla tecnologia blockchain".

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store