Coin News

Brasile: Capo del governo indagato per riciclaggio di denaro

22 Aug, 20223 min readOther
Brasile: Capo del governo indagato per riciclaggio di denaro

Le forze dell'ordine brasiliane sono piombate a casa di un capo del governo locale sospettato di essere a capo di un giro criminale che riciclava denaro utilizzando criptovalute, insieme a una figura controversa chiamata "il faraone di Bitcoin".

Globo ha riferito che il raid ha avuto luogo a casa del consigliere dell'Armação de Búzios Lorram Gomes da Silveira e ha visto agenti confiscare oltre 9.250 dollari in contanti.

Riciclaggio di denaro con criptovalute

Diverse agenzie sono state coinvolte nel raid, incluso lo Specialized Action Group for the Combat of Organised Crime gestito dal ministero di Stato di Rio de Janeiro. Le agenzie, così come i pubblici ministeri, ritengono che il consigliere fosse a capo di una "organizzazione criminale" che sovrintendeva alla "corruzione" su larga scala, facendo uso di "documenti falsi".

L '"organizzazione", affermano le agenzie, ha visto il consigliere utilizzare le criptovalute come strumento di "appropriazione indebita".

Lorram è al suo terzo mandato come consigliere di Armação de Búzios, posizione in cui è stato eletto per la prima volta nel 2009. Da novembre 2018 a maggio 2019, ha servito come capo di gabinetto del sindaco della città. Ed è in questo periodo, dice il ministero, che sono stati commessi i crimini.

Anche altri due uomini sono stati indagati in relazione agli stessi presunti crimini: Glaidson Acácio dos Santos, noto come "il faraone Bitcoin" e Carlos Alexandre da Silva.

Gli ufficiali sembrano credere che Lorram abbia accettato pagamenti in contanti in cambio della concessione di licenze e altri favori a individui con sede ad Armação de Búzios - e presumibilmente avrebbero fatto convertire il denaro in criptovalute dal Faraone e da Silva nel tentativo di "nascondere" i fondi.

Il ministero afferma che Lorram è stato ora sospeso dall'esercizio delle funzioni pubbliche.

Riciclaggio di denaro: Ministero sospetta altri dipendenti

Il ministero ha avviato le sue indagini su sospette violazioni di riciclaggio di denaro nell'aprile dello scorso anno e sospetta che altri dipendenti del municipio possano aver partecipato all'"organizzazione" criminale.

La magistratura, nel frattempo, ha stabilito che circa 271.000 dollari di beni di Loram sono "non contabilizzati" e potrebbero essere nascosti in wallet crypto a cui non hanno ancora avuto accesso.

Il "Faraone" è stato incarcerato l'anno scorso ed è in attesa di processo con l'accusa di aver orchestrato uno schema Ponzi a tema crypto da 7 miliardi di dollari che avrebbe promesso agli investitori un rendimento del 10% sulle loro quote.

All'inizio di questo mese, ha riferito FDR, il "Faraone" ha dichiarato la sua intenzione di candidarsi alle elezioni - dal carcere - come candidato per il Partito Democratico Cristiano alle elezioni generali di ottobre.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store