Coin News

La borsa di Tel Aviv su Bitcoin e cripto | Piano per le negoziazioni

25 Oct, 20222 min readBitcoin
La borsa di Tel Aviv su Bitcoin e cripto | Piano per le negoziazioni

L’annuncio è arrivato poche ore fa direttamente dal CEO della Borsa di Tel Aviv, che delinea una serie di percorsi per rendere più moderna la borsa, anche guardando alle nuove tecnologie su blockchain e ai nuovi asset. Ci sarà spazio anche per Bitcoin?

Qui troviamo infatti il Supercharger accompagnato anche al mondo dello staking classico, insieme a servizi di carte per spendere le nostre cripto e a tutto quanto serve per analizzare i mercati e organizzare i nostri investimenti.

Israele punta tutto sulle cripto? Vediamo cosa ha detto il CEO della borsa locale

Più digitalizzazione per la borsa e per le sue attività principali. Questo è il messaggio che è stato lanciato da Itai Ben-Zeev, che è CEO dell’unica borsa di scambio valori di Israele, borsa che avrà volumi forse non interessanti ma che comunque rappresenta una delle economie più innovative e solide del Medio Oriente.

Entrare nel mondo cripto (DLT). Creazione di una nuova piattaforma per gli asset digitali basata sulla blockchain. Lo Stock Exchange di Tel Aviv continuerà ad implementare nuove tecnologie, incluse quelle DLT, la tokenizzazione di asset digitali di diverso tipo e l’utilizzo di smart contract. L’exchange ha intenzione di esaminare diversi possibili percorsi, inclusa la creazione di piattaforme dedicate e basate su tecnologie innovative, offrendo così prodotti e servizi in connessione con gli asset digitali.

Quando? E si potranno davvero comprare Bitcoin nella borsa israeliana?

I piani programmatici della borsa israeliana hanno in genere orizzonti quinquennali, ma data la grande spinta che il settore cripto sta guadagnando anche nel mondo della finanza classica, tutto lascia pensare che questa sia una delle soluzioni da cercare di implementare prima. Tutto questo a patto che una soluzione tecnica soddisfacente per quanto riguarda l’implementazione di tali soluzioni sia trovata in tempi brevi.

Tutto questo nel periodo storico che verrà ricordato per l’arrivo della regolamentazione negli USA e che permetterà di avere un quadro finanziariamente più preciso sul piano globale.

Una nota di preoccupazione arriva però dall’Italia: per il momento non sembra che ci sia grande interesse per queste tecnologie tra i banchi del governo, nella speranza che tra qualche tempo venga pubblicato un piano più chiaro per il trattamento di tali tecnologie e di tali asset.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store