Coin News

BNB Chain lancia la sua zero-knowledge proof scaling technology

8 Sep, 20224 min readOther
BNB Chain lancia la sua zero-knowledge proof scaling technology

È ufficiale: BNB Chain ha lanciato la testnet di zkBNB, la sua nuova tecnologia zero-knowledge (ZK) per lo scaling.

La nuova soluzione zero-knowledge di BNB Chain

In un post pubblicato ieri sul blog ufficiale, gli sviluppatori della blockchain alla base di BNB (la criptovaluta di Binance) hanno rivelato che il 2 settembre è avvenuto il rilascio ufficiale della loro zkBNB Testnet, con l’obiettivo di fornire un’infrastruttura blockchain più avanzata e sicura per le dApp del Web3.

Il codice è stato reso open-source con l’intenzione in questo modo di estendere sempre di più l’utilizzo di zkBNB a casi d’uso specifici, e di sperimentare ulteriori funzionalità all’avanguardia.

La zero-knowledge proof scaling technology è stata pensata proprio per favorire la scalabilità, ovvero la possibilità di gestire più velocemente e più economicamente grandi quantità di transazioni in modo sicuro ed efficiente.

Infatti, le zero-knowledge proof (ZKP) servono soprattutto per migliorare contemporaneamente sia la privacy che la congestione della rete.

Si basano sul concetto di semplificare al massimo le transazioni da registrare sulla blockchain, eliminando tutti i dati non strettamente necessari, comprimendone così di fatto il peso in byte. Questo rende meno costoso registrare la transazione sulla blockchain, occupa meno spazio all’interno dei blocchi, rendendo possibile l’inserimento di più transazioni, ed aumenta il livello di privacy.

Inoltre, secondo il team di BNB Chain, la loro soluzione zkBNB avrà un impatto significativo anche sulla capacità degli sviluppatori di creare nuove applicazioni basate su BNB Smart Chain su larga scala e con un elevato livello di sicurezza, grazie ad una maggiore velocità e transazione garantite, con commissioni di transazione notevolmente ridotte.

zkBNB comprime varie transazioni sidechain in un’unica transazione che genera una singola prova crittografica, comunemente identificata con il nome SNARK. Questo, tra le altre cose, consentirà di attivare atomic swap su BNB Chain utilizzando solo poche righe di codice, rendendo gli asset digitali scambiabili automaticamente in modo permissionless utilizzando i pool di liquidità e gli swap AMM della DeFi.

I vantaggi dell’innovativa soluzione zero-knowledge di BNB Chain (zkBNB)

Grazie a zkBNB BNB Chain sarà in grado di supportare 100 milioni di indirizzi e gestire fino a 10.000 transazioni al secondo.

Il team di BNB Chain sostiene che, in particolare, a beneficiare di questa novità potrebbero essere gli sviluppatori di dApp per gli NFT, che oltretutto potranno anche utilizzare un marketplace NFT integrato e servizi API che consentono ai team di costruire marketplace “pronti all’uso” per criptovalute e NFT.

Da notare che il problema delle fee si fa sentire soprattutto sul mercato degli NFT, dato che spesso vengono lanciati NFT di valore contenuto, o a volte addirittura irrisorio, per i quali l’impatto delle fee elevate ne può rendere assolutamente sconveniente il trasferimento da un wallet all’altro.

Il team di BNB Chain fa notare che il problema si presenta specificatamente anche nei giochi blockchain e nei progetti crypto legati ai social media, dove l’esperienza dell’utente è prioritaria.

Oltretutto, zkBNB consente di utilizzare nomi leggibili all’interno delle transazioni, ad esempio, anche per memorizzare gli indirizzi di mittenti e destinatari.

L’ingresso sul mercato di zkBNB e le prospettive sul prezzo di BNB

Il lancio di zkBNB sulla Mainnet è previsto per la fine dell’anno.

Oggi il prezzo di BNB sale del 5%, ed è possibile che sia stato influenzato anche da questa notizia.

Infatti, negli ultimi 30 giorni era sceso da 324$ a 261$, per poi rimbalzare oggi a quasi 280$.

Il prezzo attuale, comunque, rimane del 14% inferiore rispetto a quello di un mese fa, e del 33% inferiore a quello di un anno fa.

Visto che rispetto al massimo storico di sempre di maggio 2021 è sotto di meno del 60%, è possibile affermare che tra le principali criptovalute, BNB è una di quelle che sta reggendo meglio al bear market. BTC, ad esempio, è ancora sotto del 72%, mentre ETH del 67%.

D’altronde, BNB ha diversi casi di utilizzo concreti all’interno dell’ecosistema Binance, che è il maggior exchange crypto del mondo.

Attualmente BNB è la terza vera criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato, se si escludono le stablecoin, anche se capitalizza solo un po’ più di un decimo di Bitcoin. Nel suo complesso vale, però, quasi tre volte la quarta criptovaluta di questa speciale classifica, ovvero XRP (ex Ripple).

Per questi ed altri motivi il percorso di BNB sui mercati sembra leggermente diverso da quello di BTC e di ETH, tanto che queste tre criptovalute sono quelle che sicuramente stanno andando per la propria strada, sebbene rimangano in qualche modo collegate.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store