Coin News

Bitcoin: Cosa è successo dopo Inflazione USA? | Bullrun in arrivo? [Video]

14 Oct, 20224 min readBitcoin
Bitcoin: Cosa è successo dopo Inflazione USA? | Bullrun in arrivo? [Video]

Follia del mercato? Probabilmente no, anche se dare una lettura di quanto avvenuto nella giornata di ieri è particolarmente difficile. Lo faremo insieme, forti anche di quanto abbiamo detto ieri in live con Filippo Angeloni.

All’interno di questo intermediario abbiamo la possibilità di investire con MetaTrader 4 e TradingView, piattaforme di livello pro con le quali potremo affrontare anche il mercato cripto. E con il WebTrader interno potremo anche investire con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, che analizza il portafoglio e ci permette di investire con maggiore accuratezza. Con 20€ investiti nel mondo cripto possiamo passare al conto reale di trading.

Il rimbalzo di Bitcoin e del mondo cripto: cosa c’è dietro?

Poi la sorpresa: in concomitanza rimbalzano tanto le cripto quanto i mercati azionari negli USA, con i principali analisti che si sono affannati a cercare spiegazioni plausibili a quanto avvenuto.

  • Prima ipotesi: supporti tecnici
  • Tanto il mercato azionario quanto quello di Bitcoin hanno di fatto raggiunto livelli molto vicini ad importanti supporti. E questa è stata una prima spiegazione fornita da diversi analisti USA per giustificare il rimbalzo. Spiegazione che però almeno a nostro avviso è quantomeno parziale. Perché giustificherebbe l’interruzione del calo, ma non un rimbalzo di proporzioni comunque importanti.

  • Seconda ipotesi: una Fed più dura piace ai mercati
  • Una Fed risoluta nel combattere l’inflazione potrebbe piacere ai mercati, per quanto anche questa ipotesi sembri poggiare su basi intellettuali piuttosto fiacche. Da un lato è vero che una risposta molto aggressiva che sia in grado di riportare l’inflazione su livelli più accettabili di inflazione potrebbe piacere ai mercati. Dall’altro i mercati sanno che politiche maggiormente aggressive possono voler dire nuovi minimi. E quindi sul breve rimbalzare è qualcosa di assurdo, perché il sentiment in termini di price action sul breve dovrebbe essere comunque negativo.

    Un rimbalzo: che il gatto sia morto o meno lo scopriremo solo vivendo

    Un rimbalzo in una prateria di ordini piuttosto rarefatti. È questa per il momento la spiegazione più logica a quanto avvenuto sui mercati, stessi mercati che ormai hanno scontato quasi completamente la catastrofe che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo.

    Effettivamente una reazione di quel tipo – ci riferiamo all’importante crollo in concomitanza dei dati USA sull’inflazione – può essere annoverata tra quelle maggiormente isteriche degli ultimi anni. E probabilmente una volta realizzato che tra 8,1% (il valore delle previsioni, e 8,2% (valore effettivo) la differenza è poca i mercati sono tornati a più miti consigli.

    Per quanto riguarda il quadro generale comunque cambia poco, in particolare a causa di preoccupazioni che arrivano dai mercati classici, in particolare paradossalmente quello dei bond/titoli di stato. Ne abbiamo parlato in dettaglio durante la live di 1 ora con Filippo Angeloni.

    Una rondine non fa primavera, tenendo anche conto del fatto che se dovessimo utilizzare un paragone stagionale, siamo ancora nel pieno dell’inverno e di fattori per invertire il trend dei mercati ne serviranno diversi.

    Bearish ancora su Bitcoin e cripto? Non necessariamente, ma chi parla di certezza di bottom in questo momento si sta prendendo comunque un rischio enorme, date le tante incognite che continuano a tenere sulle spine i mercati.

    D’altro canto è però importante, come abbiamo sottolineato di nuovo durante la live, vedere come Bitcoin stia tenendo su livelli di prezzo molto, molto interessanti nonostante quella che è una sorta di catastrofe finanziaria, ad un passo da una riedizione della crisi del 2008. Segno di maturazione dell’asset (anche se non ancora completa), che è base anche di speranza dalla quale ripartire.

    Sì, la situazione è incerta. Sì, dovrebbero fare trading di breve solo i più amanti del rischio – e possono testare qui il conto demo gratuito di eToro – e soltanto i più impavidi dovrebbero operare short o long, senza un’ottica di medio o lungo periodo. Per il resto, non ce ne voglia qualche detrattore, sì, Bitcoin è qui per restare.

    Source

    Subscribe to get our top stories

    Coin News
    App StoreApp Store