Coin News

Binance conferma interesse per Voyager | CZ: “Non siamo cinesi!”

24 Nov, 20223 min readOther
Binance conferma interesse per Voyager | CZ: “Non siamo cinesi!”

Sembra dunque che, almeno in relazione a certe attività, sia Binance a voler rimpiazzare quel ruolo da banca centrale che, almeno a parole, era in realtà stata FTX ad aver auto-assunto. E crediamo che tutti sappiano come sia andata a finire.

Con 50$ di investimento in cripto o altri asset possiamo passare al conto reale e sfruttare sia il CopyTrader – per copiare i più bravi e per spiarli – sia con gli Smart Portfolios, che invece offrono panieri cripto articolati e tematici.

Binance si farà avanti per l’acquisizione di Voyager

Una nuova offerta, che probabilmente terrà conto del fatto che FTX più non è e che di altri acquirenti non sembra ce ne siano poi tanti all’orizzonte. Lo conferma CZ di Binance in relazione a Voyager, gruppo ormai in difficoltà da qualche tempo ma che tra le dotazioni deve pur avere qualcosa di interessante.

"Binance is not a Chinese company, we are not related to China at all."CEO Changpeng "CZ" Zhao (@cz_binance), who is considering a bid for assets of bankrupt crypto firm Voyager, said on @BloombergTV his company is mistakenly believed to be Chinese "because I look Chinese" — Bloomberg Crypto (@crypto) November 24, 2022

“Binance non è affatto una compagnia cinese, non abbiamo alcun tipo di legame con la Cina”. Il CEO Changpeng “CZ” Zhao, che sta valutando un’offerta per gli asset della crypto-azienda in fallimento Voyager, ha detto a Bloomberg che la sua compagnia è erroneamente ritenuta essere una compagnia cinese perché “io sembro cinese”.

Per i dettagli dell’offerta ci sarà sicuramente da aspettare, così come ci sarà da aspettare l’eventuale risposta di chi sta curando le procedure fallimentari che riguardano il gruppo in dissesto. Gruppo che sembrava aver trovato in FTX il proverbiale salvatore della patria, salvatore che però è poi finito anch’esso in Chapter 11, e dunque ad un passo dal fallimento che, almeno per ora, sembrerebbe essere inevitabile.

Oltre Voyager, il fondo da 1 miliardo

Ricordiamo ai nostri lettori che Binance ha anche confermato l’attivazione di un fondo, la cui dotazione dovrebbe aggirarsi intorno al miliardo, per soccorrere progetti di valore che potrebbero però trovarsi ad affrontare una momentanea crisi di liquidità innescata dal fallimento di FTX.

Al fondo potrebbero partecipare anche altri soggetti, mentre CZ soltanto poche ore fa ha smentito il suo incontro con investitori di Abu Dhabi proprio al fine di rimpolpare tale fondo. Si sta creando, almeno sulla carta, una sorta di cuscinetto che dovrebbe provare a contenere l’effetto contagio innescato da FTX.

Source

Subscribe to get our top stories

Coin News
App StoreApp Store